you reporter

TRIBUNALE

L’amore contrastato finisce a processo

Il rapporto amoroso, contrastato, tra uno straniero, serbo, sui 18 anni, e una ragazza italiana, minorenne in tribunale

Tribunale allarme Bomba 1

Il tribunale di Rovigo

Le accuse erano tante, ma una delle principali non ha retto al vaglio del giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Rovigo. Quella, in particolare, di stalking nei confronti della fidanzata. Al centro di tutto una vicenda che, in città, aveva destato una certa eco: il rapporto amoroso, contrastato, tra uno straniero, serbo, sui 18 anni, e una ragazza italiana, minorenne.

Il giovane era finito a giudizio con una moltitudine di episodi contestati. Avrebbe, infatti, colpito la minorenne, la avrebbe perseguitata sui social, la avrebbe offesa, le avrebbe provocato paura e ansia. Inoltre, avrebbe a più riprese minacciato e offeso i familiari di lei, contrari al rapporto, addirittura parlando di coltellate, di incendiare la casa e simili. Era contestata anche una violazione di domicilio, quando si sarebbe introdotto nel cortile dell’abitazione senza esserne autorizzato. Ad alcuni di questi episodi avrebbe preso parte, sempre secondo questa ricostruzione dei fatti, anche il padre del giovane. Nella mattinata di ieri, l’udienza preliminare, che ha visto cadere l’ipotesi di reato di stalking, come richiesto dalla difesa del giovane imputato, l’avvocato Marco Pietropolli di Porto Viro. Per le altre imputazioni è arrivato, invece, il rinvio a giudizio, sia per il padre che per il figlio, con la difesa che, comunque, conta, a dibattimento, di riuscire ad arrivare all’assoluzione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl