you reporter

Polesella

Un progetto per gli anziani attivi

Lo scopo comune è quello di riaprire e restituire parzialmente lo spazio sede dell’ex Ricovero Selmi

Un progetto per gli anziani attivi

Domani alle 20,30, al Parco dell’ex Ricovero Selmi, in Via Marconi a Polesella, in concomitanza con la prima serata del Cineforum estivo “Nuovo cinema Vittoria”, organizzato dal Comune di Polesella, verrà presentato il progetto “Comunità multi-age. Insieme si invecchia meglio”. Il progetto rientra tra le iniziative finanziate dalla Regione Veneto nell’ambito degli “Interventi di promozione e valorizzazione dell'invecchiamento attivo”.

L’opera Pia Pietro Selmi, insieme a una cordata di partner locali, tra cui il Comune di Polesella, la cooperativa sociale “Il Raggio Verde”, le associazioni Avas, Università Popolare – Auser e Conferenza San Vincenzo De Paoli, in collaborazione con altre realtà associative di Polesella, tra cui Co.Ge, Circolo Noi Raccano e Agesci, e con il sostegno della Parrocchia B.V. del Rosario, delle associazioni xKé e Adab, saranno promotori e attuatori, per i prossimi diciotto mesi, di molte iniziative a favore della popolazione over 60 e non solo.

Lo scopo comune è quello di riaprire e restituire parzialmente lo spazio sede dell’ex Ricovero Selmi alla comunità, in particolare alla popolazione anziana residente a Polesella e nei comuni limitrofi, attraverso la sistemazione e l’animazione del parco.

Il progetto prevede la realizzazione di tre macro azioni: Campus anti-age. Per un centro di formazione e di aggregazione sociale che partecipa alla vita

del paese, che coinvolge le persone anziane over 60/65 in percorsi formativi motivazionali, mnemotecniche e tecnico/artistico/culturali; sarà attivato un servizio di trasporto per chi abita nelle frazioni o ha difficoltà di spostamento; Parco Intergenerazionale Selmi, per aver cura della natura … aver cura delle età, che coinvolge le persone anziane “in rete” con la comunità allargata per la sistemazione e l’apertura del “Parco intergenerazionale Selmi” con l’attivazione di microprogetti di animazione del luogo, tra cui un “orto sociale” e infine “A scuola dai nonni. La memoria del passato si fa scuola di futuro”, che coinvolge i bambini di Polesella, dal nido alla scuola secondaria, con progettualità connesse alle altre azioni: l’Orto dei nonni per i più piccoli e percorsi interattivi per i più grandi sulla cultura locale ai tempi del Ricovero Selmi. Durante il progetto il Comune di Polesella sarà promotore di un “tavolo permanente della terza età”, che diventi “luogo” stabile di confronto tra soggetti e realtà locali interessate al tema.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl