you reporter

TRIBUNALE

“Tentava di dar fuoco alla moglie”

Il marocchino di 26 anni era stato arrestato a febbraio. Al processo, lei lo protegge

“Tentava di dar fuoco alla moglie”

Era stato arrestato ai primi di febbraio, perché, secondo le accuse, avrebbe cercato di dare fuoco alla moglie, dopo averla cosparsa di benzina, facendogliela finire anche negli occhi. Era stato bloccato, secondo questa ricostruzione dei fatti, prima da un familiare, quindi dall’intervento dei carabinieri.

Per il marocchino, di 26 anni, erano scattate le manette. La sua vittima sarebbe stata la giovane moglie, una connazionale di 19 anni.

Teatro dei fatti, l’abitazione della coppia, tra Castelmassa e Castelnovo Bariano. Giovedì, di fronte ai giudici del Tribunale di Rovigo, il processo a carico del giovane, che si trova accusato della pesante ipotesi di reato di tentato omicidio.

La donna, che nella vicenda è parte offesa, ma non costituita parte civile, ha sostanzialmente suffragato la tesi di un incidente fortuito, avvenuto durante un litigio. In sostanza, il marito avrebbe avuto la bottiglia con il liquido infiammabile in mano, dal momento che aveva intenzione di accendere la caldaia a legno che hanno in casa, con l’aiuto di un preparato che facilitasse la combustione. Un acceso diverbio con la donna avrebbe visto buona parte del liquido roversciarlesi addosso. Questa, almeno, la ricostruzione dell’incidente fatta dalla giovane donna in aula.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl