you reporter

La storia

100mila euro rimasti senza padrone

Alla tabaccheria di piazza Garibaldi non si è fatto vivo nessuno. Che fine avrà fatto il vincitore?

100mila euro rimasti senza padrone

20/07/2019 - 20:53

100 mila euro senza padrone. Nessuno li ha voluti, nessuno, almeno a Rovigo, li ha reclamati. Eppure la somma era, è, o meglio, sarebbe, di quelle sulle quali è impossibile sputarci sopra. Si tratta della vincita, di ben 100mila euro, che qualcuno aveva centrato al Superenalotto nell’iniziativa speciale “Pasqua 100x100” lo scorso 20 aprile. Per ritirare questo tesoretto però c’era tempo fino a venerdì 19 luglio. Ma nessuno si è presentato alla tabaccheria Tosini di piazza Garibaldi (dove era stata giocata la combinazione) per incassare.

La cosa sembra assurda, ma una delle più sostanziose vincite realizzate a Rovigo negli ultimi anni è rimasta fantasma, senza padrone. E visto che nessuno è passato a battere cassa in piazza Garibaldi i casi sono due, o qualcuno si è rivolto direttamente alla sede centrale di Milano per ritirare la vincita, magari affidandosi ad un consulente. Oppure il vincitore si è dimenticato di far valere la propria vincita, o ha smarrito la matrice della giocata vincente o si è ritrovato nell’impossibilità di riscuotere. In ogni caso resta un mistero, al quale i gestori della tabaccheria Tosini non sanno dare risposte. In ogni caso la rivendita di tabacchi non ci rimette nulla, in quanto per quel tipo di vincite alla ricevitoria dove era stata giocata la combinazione vincente non spetta alcuna percentuale.

Che fine avrà fatto il vincitore dei 100mila euro? E chi sarà? Un gruppo di amici che non si sono nemmeno resi conto, quel 19 aprile di aver centrato la sequenza di numeri da 100mila euro? O un giocatore solitario che poi ha perso la matrice e che ha trascorso tutte queste settimane a recriminare, cercare, mordersi le dita? Domande probabilmente destinate a rimanere senza risposta. Di sicuro in Polesine c’è un supervincitore in meno e nessuno si sta godendo quei 100mila euro.

Inoltre lo sbadato giocatore rodigino non è nemmeno l’unico mancato milionario. Sono stati sette, infatti, i giocatori di quel giorno di aprile, che non si sono presentati a ritirare il premio. “Dei 100 premi da 100mila assegnati durante il concorso 48 del 20 aprile scorso grazie all’iniziativa speciale di Superenalotto SuperStar ‘Pasqua 100x100’, sono 8 i premi non ancora riscossi - scriveva l’agenzia in una nota stampa - è importante ricordare ai giocatori di verificare i codici alfanumerici univoci legati all’iniziativa speciale per scoprire se si è tra i fortunati vincitori e soprattutto che la scadenza ultima per riscuotere la vincita è venerdì 19 luglio”. Il 19 luglio è passato e quella somma, almeno da Rovigo, non è stata incassata da nessuno.

Una storia che sembra rimandare a quei vincitori di un 13 al Totocalcio, quando ancora esisteva, che avendo perso la matrice della combinazione giocata non sono riusciti a godere i frutti della vincita, magari a lungo inseguita e sognata al momento di scegliere i risultati, qualcuno a sorpresa, per i pronostici sulle partite di calcio. In questo caso il giocatore, o i giocatori, di Rovigo non aveva fatto altro che indicare una sequenza di numeri azzeccando così il Superenalotto superstar di Pasqua. In questo caso la sorpresa nell’uovo di Pasqua è andata a vuoto. Uno sgarbo alla dea bendata.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl