you reporter

Sussidio di cittadinanza

Reddito da divano a quasi 2mila

Un flop rispetto alle aspettative, e il meccanismo della ricerca lavoro ancora non funziona

Reddito da divano a quasi 2mila

Un reddito senza lavorare fa comodo a tutti. Il governo Lega-5 Stelle è in lite perenne, l’autonomia regionale vacilla, ma le richieste per ottenere il reddito di cittadinanza sono in aumento.

In Polesine le domande presentate alla metà di luglio sono state 3.433, quelle accolte ben 1.986. Quasi 2mila polesani, quindi, percepiscono un reddito senza lavorare. E’ vero che in molti casi si tratta di somme inferiori ai 300 euro, poco più di una mancetta, quindi, ma è altrettanto vero che sono comunque soldi che arrivano in cambio... di niente. Ma che s tratti di una mezza frittatona del governo Legastellato lo dimostra l fatto che le richieste sono largamente inferiori alle aspettative, i risultati e il gradimento ancora di meno.

Il meccanismo per la ricerca di un posto di lavoro, infatti, è ancora in alto mare. I navigator, consulenti per la ricerca di un’occupazione, sono stati individuati, ma non ancora formati. Ecco allora che per i percettori del reddito di cittadinanza per ora non c’è l’obbligo d accettare un lavoro, semplicemente perché nessuno glielo può proporre. E non c’è nemmeno l’obbligo di svolgere i lavori socialmente utili, perché nessuno, ai Comuni o ad altri enti pubblici, ha ancora spiegato di cosa si tratta e di come si dovrebbero concretizzare queste attività.

Intanto però il numero di chi chiede il reddito aumenta. In Polesine nello scorso marzo le domande presentate sono state 2.122, a queste in aprile se ne sono aggiunte altre 574; a maggio ulteriori 413; in giugno hanno fatto richiesta altre 209 persone e altre 115 fino a pochi giorni fa. Anche le domande accolte sono hanno visto aggiungersi numeri di volta in volta, le ultime 11 in giugno, e non ancora rese note quelle di luglio. Ecco allora che tra Adige e Po sono 1.986 le domande accolte.

Nel resto del Veneto invece è andata così: A Padova accolte 5.584 domande su 10.349. A Verona accolte 5.780 11.275. A Vicenza 4.003 domande accolte su 8.250. A Venezia 5.247 richieste accolte su 10.008. A Treviso 4.043 su 8.090 e a Belluno 738 domande accolte su 1.384 presentate.

A livello nazionale Sono 1.401.225 le domande del Reddito di cittadinanza presentate al 15 luglio 2019, quelle accolte sono state in tutto 895.220. Nel mese di giugno e nella prima metà di luglio 2019 sono state presentate in tutto 137.084 domande, 99.678 quelle relative al solo mese di giugno (di cui 57.998 accolte).

E ancora: la regione che ha inoltrato il maggior numero di richieste è la Campania (quasi 241mila), seguita dalla Sicilia (215mila). A Napoli e nel suo hinterland sono state accettate 100.416 domande, su 142.764 presentate. Addirittura quasi doppiata Roma con 54.202 domande di reddito accettate. Seguono Palermo (46.502) e Catania (35.027), e poi Caserta (30.247). Successivamente Torino (30.136) e Milano (29.565). Ultima Bolzano, con soli 341 redditi di cittadinanza erogati.

Numeri che a prima vista sembrano elevati, ma che in realtà disegnano, secondo molti osservatori, un vero e proprio flop. Le 1,4 milioni di domande e le circa 900 mila accolte, sono due terzi di meno rispetto alle previsioni del governo. In altre parole solo 1 su 3 dei potenziali aventi diritto ha ottenuto il reddito di cittadinanza.

Secondo il Codacons, il reddito di cittadinanza non ha fatto breccia fra gli indigenti in primo luogo perché la legge ha introdotto misure molto stringenti per i beneficiari sfoltendo così la platea dei potenziali aventi diritto. L’impasse burocratica, i controlli dell’Inps e le modalità di fruizione del sussidio hanno poi contribuito a far desistere i più dal richiederlo. Sempre secondo il Codacons, il reddito di cittadinanza, inoltre, non risolve realmente il problema alla base dell’indigenza, rappresentato dalla mancanza di lavoro. Se poi ci si mette il caos, in molte regioni, sul numero, e le funzioni dei navigator la frittatona del Reddito di cittadinanza è fatta e servita.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl