you reporter

LA POLEMICA

“Vogliono boicottare il Ferragosto”

La linea dura del primo cittadino: “In abbazia non si mangerà più, neanche per i matrimoni”.

“Vogliono boicottare il Ferragosto”

L’Osteria della Pro loco in abbazia accende la polemica alla presentazione del Numero unico. Il tradizionale appuntamento che anticipa l’inizio del Ferragosto badiese si è in realtà trasformato in un “one man show”, in cui il sindaco Giovanni Rossi ha difeso la scelta di ospitare lo stand gastronomico della Pro loco al chiostro, dopo aver dovuto fare i conti, a soli pochi giorni dall’inizio della sagra, con uno striscione di protesta appeso in abbazia e con una richiesta di delucidazioni da parte della minoranza.

Rossi ha letto il testo giunto dal soprintendente Fabrizio Magani: “Dieci minuti dopo il responso della Sovrintendenza - ha continuato Rossi - è arrivata una richiesta di chiarimenti sull’argomento da parte della consigliere di minoranza Idana Casarotto. Ho visto in questo un tentativo di disturbare chi sta lavorando per il Ferragosto badiese. Non si può fare polemica su tutto”.

A sostegno della tesi, Rossi ha anche portato un lungo elenco di eventi conviviali ospitati in abbazia dal 2012 al 2019. “Non c’è scritto da nessuna parte che non si può mangiare nel chiostro. Ma ve lo dico già adesso: non si farà più, è meglio farlo da un’altra parte. Anche se a questo punto bisognerebbe dire di no a tutti quelli che vogliono mangiare in abbazia: al Crab, al Ctg e persino ai matrimoni”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl