you reporter

Trofeo Tessarin-Menotti

I baby ciclisti invadono Adria

Alte temperature, una mamma ha accusato un malore

Denise Stellin in G3 e Aurora Marzolla in G4 salgono sul gradino più alto del podio più ambito: quello di casa, davanti alla sede della propria associazione, la Liberi ciclisti Adria 2002, sulla prestigiosa gradinata del liceo classico Bocchi-Galilei.

Sul podio anche Adelaide Belluco ed Emma Costanzi, rispettivamente seconda e terza in G1; a punti anche Riccardo Spolladore quinto in G2; in classifica si aggiungono Giulio Marzolla decimo in G1; Leonardo Ravarro settimo in G2; Marta Bruson quarta in G3; Giosuè Montecchio sesto in G4; Filippo Spolladore nono in G5. Completano la squadra di casa Manuel Stellin costretto al ritiro in G5 per una foratura alla ruota posteriore, Nicola Guzzon G4, Michele Caputo G5 e con Michael Costanzi G6.


Inoltre la squadra di casa del presidente Roberto Frigatti si prende la piccola soddisfazione di vincere il “derby” polesano con la Emic Bosaro nella classifica a squadre: infatti gli adriesi sopravanzano i cugini mediopolesani per un punto: 10-9. Il primo posto è andato alla società di Cologna Veneta, invece alla società Stella alpina di Renazzo di Ferrara è andato un premio speciale quale squadra extra regionale.

Grande successo e tanto entusiasmo domenica mattina all’11esima edizione del trofeo Tessarin-Menotti. Ai nastri di partenza ben 111 giovanissimi atleti nelle sei categorie appartenenti a 13 squadre. Tutte le gare sono state molto combattute, alcune finite allo sprint.

Si è registrato un solo incidente ma senza conseguenze, soltanto qualche graffio per Siria Trevisan caduta in una delle ultime curve della G6, subito soccorsa dai sanitari, in ogni caso ha concluso la gara conquistando il terzo posto. Medico ufficiale Giuseppe Mainardi, disponibile a prestare le cure a una mamma che ha accusato un lieve malore a causa delle alte temperature.

Giudici di gara Renato Buratto e Diego Fantin che hanno stilato le classifiche, speaker Giovanni Cattozzi. Per tutta la manifestazione è stato presente l’assessore allo sport Marco Tosato che ha presieduto alle premiazioni, per alcuni tratti presenti anche l’ex sindaco Massimo Barbujani e il presidente della consulta dello sport Federico Simoni.

“Questa manifestazione - commenta il rappresentante dell’amministrazione comunale - è un grande esempio del duro lavoro che la Liberi ciclisti mette in campo ogni giorno da 15 anni. Vedere tutti quei bambini correre con sano spirito agonistico e allo stesso tempo per puro divertimento ha reso questa giornata di sport davvero degna di nota" dice Tosato.

Un grosso in bocca al lupo per le prossime gare e per la stagione che sta per iniziare a tutti gli altri atleti”.

Infatti l’11esimo trofeo Tessarin-Menotti ha registrato anche una nota di fragranza con un pane Ciabatta sfornato qualche ora prima offerto a tutti vincitori e alle società, oltre ai diversi collaboratori. La Liberi ciclisti, infattim è testimonial della Ciabatta natura.

Sulla "Voce" di lunedì 12 agosto l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl