you reporter

ORRORE ALL’IRAS

“Anziani picchiati, umiliati e derisi”

Sette oss e due inservienti incastrati dalle telecamere della polizia. Episodi raggelanti

“Anziani picchiati, umiliati e derisi”

Uno degli episodi più allucinanti, tra quelli contestati dall’accusa, avviene il 16 giugno scorso. Una anziana si lamenta per i metodi bruschi con cui viene trattata. Le due operatrici sanitarie, allora, la sollevano con l’apposita apparecchiatura utilizzata per l’alzata. Poi dirigono il sollevatore verso la finestra, aperta. Fingono di lasciare la degente sospesa nel vuoto. Intanto ridono, la scherniscono: “Sai che volo fai da qua, arrivi direttamente a casa”. Rispondendo, così, alle lamentele dell’anziana non autosufficiente, che chiedeva, appunto, di tornare a casa.

Il 15 luglio - sempre secondo le ricostruzioni alla base del quadro accusatoria - in serata, una anziana si sporca di pipì. Chiede a lungo aiuto e assistenza, nessuno risponde. Alla fine, riesce a togliersi pantaloni e i due pannoloni da sola, li lascia cadere a terra e si avvolge nelle coperte. Quando le due oss finalmente arrivano, prendono i pannoloni, li lanciano nel letto dove riposa la donna e se ne vanno ridendo. Solo dopo ore l’anziana sarà cambiata.

Sono alcuni piccoli esempi, sconvolgenti, del campionario di oscenità e meschinità, ricompreso sotto l’ipotesi di reato di maltrattamenti aggravati dalla minorata difesa, contestata a vario titolo, per la quale si procede. A indagare, la squadra mobile della questura di Rovigo, guidata dal commissario capo Gianluca Gentiluomo. Gli investigatori hanno lavorato, con intercettazioni ambientali, sull’operato di sette operatrici sanitarie, tutte donne, e due inservienti, un uomo e una donna, in servizio, tra primavera ed estate, al reparto arancione dell’Iras di San Bortolo. Quello destinato alle persone non autosufficienti.

Tutti gli indagati sono stati destinatari di una misura cautelare, emessa dal giudice per le indagini preliminari, che ha lo scopo di impedire loro di venire a contatto con anziani e non autosufficienti.

Sono destinatari della misura cautelare personale interdittiva del divieto temporaneo di svolgere l'attività professionale di Oss i seguenti soggetti: S. E. M., 47 anni residente ad Adria; F. M. 45 anni di Rovigo; M. G. S., 52 anni residente a Rovigo; L. C., 53 anni residente a Rovigo; G. B. 42 anni, residente a Rovigo; M. S. 53 anni, residente a Rovigo; F. P. 51 anni, residente a Villadose.

Hanno ricevuto invece misura interdittiva di divieto temporaneo di svolgere l'attività professionale all'interno di strutture sanitarie e sociosanitarie i seguenti soggetti: P. C. 50 anni, residente a Rovigo; M. M. 56 anni residente a Rovigo. I due inservienti.

L’ordinanza è un viaggio, tremendo, nella bassezza e nella meschinità umane. Telecamere e microfoni degli investigatori avrebbero catturato qualcosa che, per l’attuale rappresentazione, non può giustificarsi con lo stress, la pesantezza del lavoro, le difficoltà quotidiane. Bassezza e meschinità, appunto. Cattiveria. Non solo sberle, lanci sul letto e sulle carrozzine. Prese dolorose, pizzicotti. Anche umiliazioni, prese in giro, a volte perversamente ingegnose, sempre tremende. Come quando a una anziana degente, sofferente di Alzheimer, viene ricordato - secondo le accuse - che “ha sotterrato la figlia”, che perse in tenera età. O come quando due indagate cercano di convincere una anziana che è molto peggiorata, quanto a salute, e che sta arrivando il medico. Ancora, quando una anziana si sarebbe vista appoggiare in faccia lo spazzolone, umido, usato per pulire i pavimenti. Un’altra anziana sarebbe stata costretta ad annusare le proprie feci, una spruzzata con uno spray.

Queste le accuse. Le otto indagate e l’indagato avranno la possibilità di difendersi e raccontare la propria verità nel corso degli interrogatori di garanzia, che cominceranno martedì.

Le difese sono affidate agli avvocati Cristina Zangerolami, Gianluca Masiero, Francesca Ledda, Germano Rizzi, Andrea Braccioli, Gloria Zanchetto, Valentina Verde, Barbara Destro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl