you reporter

ECONOMIA

Export di pesce: siamo quarti

C’è anche Rovigo tra le province italiane che esportano più pesce all’estero

Export di pesce: siamo quarti

C’è anche Rovigo tra le province italiane che esportano più pesce all’estero. A dirlo, un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano-Monza e Brianza, che incorona (a sorpresa?) la Lombardia come leader in Italia nel commercio estero di pesce conservato e lavorato, un settore che vale per la regione 1,3 miliardi l’anno, e che ha fatto segnare lo scorso anno una crescita del +6% rispetto al 2018.

La Lombardia è responsabile di un quarto dell’interscambio totale nazionale, pari a 5 miliardi, +3% l’anno scorso su quello precedente. In particolare, l’export lombardo nel 2018 ha raggiunto i 188 milioni di euro, +8%. Il pesce lavorato e conservato parte soprattutto da Como, prima esportatrice italiana con 155 milioni (+9%): concentra infatti l’80% dell’export regionale, un terzo circa di quello nazionale e precede Venezia, Rimini e Rovigo.

I principali Paesi di destinazione del pesce prodotto in Italia sono Germania (13% del totale), Grecia (9%) e Svizzera (7%). Nell’import invece è Milano a primeggiare con 694 milioni (+15%), seguita da Venezia, Roma e Napoli a livello nazionale e da Como (135 milioni, +16%), Lodi e Varese in regione.

In Italia le imprese del settore ittico sono 31mila (+0,3%). Prima a livello nazionale è Napoli con 2.350 attività, seguita da Rovigo con 2.085, Ferrara con 1.780 e Roma con 1.806. Il settore prevalente in Italia è quello della pesca con circa 12mila imprese, seguito dal commercio all’ingrosso, con 8mila.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl