you reporter

UNIVERSITA’

Infermieri, volano le iscrizioni

Scelta già effettuata da quasi 150 studenti, il 40% dei quali l’ha indicata come prima opzione

Infermieri, volano le iscrizioni

Volano le iscrizioni al corso di scienze infermieristiche dell’università di Ferrara che per la prima volta si terrà ad Adria negli ambienti del vecchio ospedale. A mezzogiorno di ieri le preiscrizioni era a quota 145 delle quali circa un 40% come prima scelta, un 20% come seconda scelta e il rimanente 40% come terza scelta. Questo significa che le preiscrizioni di quanti hanno deciso di frequentare il corso infermieristico hanno coperto la metà dei 99 posti disponibili.

Tuttavia c’è tempo fino al 20 agosto per formalizzare la propria adesione che si effettua solo on-line collegandosi al sito web dell’università di Ferrara. Inoltre sul profilo Facebook del Comune di Adria è disponibile il link diretto per le iscrizioni.

Sul sito ufficiale dell’ateneo estense (www.unife.it) è pubblicata una scheda dettaglia con i programma di studio, gli obiettivi professionali e gli sbocchi lavoratori che questa laurea triennale consente.

Mercoledì 11 settembre è previsto il test di ammissione.

Il grande interesse che il corso sta dimostrando conferma la validità dell’intuizione nell’aver scelto la città etrusca quale sede distaccata dell’università di Ferrara. Infatti le iscrizioni sono aperte da circa un mese, quindi da metà luglio, quando la stragrande maggioranza degli studenti dell’ultimo anno delle superiori ha già effettuato la propria scelta universitaria.

Tuttavia registrare che circa 150 studenti, sia pure una buona fetta come seconda e terza scelta, abbiano dimostrato interesse per questo corso, significa che c’è una forte domanda per questa figura professionale e questo fa ben sperare per il prossimo futuro.

Già ora si può pensare che grazie ai momenti di orientamento, grazie a una maggior conoscenza del corso, grazie alla presenza stessa dell’università in città, i 99 posti del prossimo anno saranno letteralmente bruciati già a Pasqua.

Adesso non viene meno l’impegno di istituzioni, enti e associazioni per far conoscere questa straordinaria opportunità per i giovani adriesi e del Delta. “Sarebbe un vero peccato - ha dichiarato nei giorni scorsi il sindaco Omar Barbierato - se fra qualche settimana venissimo a scoprire che qualcuno non si è iscritto perché non ne era a conoscenza”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl