you reporter

Cavarzere

Raid, identificato uno dei vandali

Ha chiesto scusa, affermando di non sapere che la panchina era dedicata al ricordo di Maila.

Raid, identificato uno dei vandali

Identificato e denunciato uno dei responsabili del raid vandalico che, nella notte tra domenica e lunedì, ha devastato la zona di via Tullio Serafin distruggendo anche la panchina dedicata alla memoria di Maila Beccarello, vittima di femminicidio.

Si tratta di un diciottenne residente in città, che - messo alle strette dai carabinieri - ha confessato le proprie responsabilità. Le indagini comunque proseguono per identificare anche gli altri responsabili della devastazione, che ha colpito anche la palestra del vicino istituto scolastico. I sospetti degli inquirenti si concentrano sui gruppi di giovani che frequentano la zona.

L’altra sera i carabinieri hanno ottenuto la confessione di un 18enne: il giovane, residente a Cavarzere è stato denunciato per danneggiamento aggravato. Nelle sue parole, ha comunque chiesto scusa per quanto fatto, affermando di non essere a conoscenza del significato di quella panchina, e del fatto che fosse dedicata proprio alla povera Maila. Dalla sua confessione è emerso che il ragazzo, assieme ad alcuni amici, ha saltato ripetutamente sulla panchina, arrivando al punto di romperla.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl