Cerca

VILLADOSE

Allarme cattivi odori, Arpav indaga

Raccolti campioni in zona depuratore. Terre Nostre: “Scarichi chimici vicino all’impianto”

Allarme cattivi odori, Arpav indaga

Raccolti campioni in zona depuratore. Terre Nostre: “Scarichi chimici vicino all’impianto”

“Mentre l’amministrazione e i cittadini si godevano i fuochi in un clima di festa paesana e spensieratezza, a poche centinaia di metri dal centro i vigili del fuoco intervenivano in seguito alla segnalazione di un cittadino allarmato dal solito inconfondibile odore dolciastro e di zolfo, noto ormai da tempo ai cittadini di Villadose”. Lo dice Lucia Pozzato, portavoce del Comitato Terre Nostre di Villadose, fortemente preoccupata dopo quanto accaduto nella serata di lunedì, quando è stato necessario un nuovo intervento dei vigili del fuoco.

Un intervento seguito, spiega Pozzato, la mattina successiva dai campionamenti di Arpav.

“Nella mattinata di martedì  tecnici Arpav - prosegue la rappresentante del comitato - si sono recati nella zona segnalata e in seguito hanno eseguito dei campionamenti presso il depuratore, dove confluisce la rete fognaria del paese e della zona industriale”.

“Insomma, lunedì è stata l’ennesima serata di puzze a Villadose, che da qualche tempo sembrano essersi ‘spostate’: il classico odore di solvente con base dolciastra, che a seconda dell’intensità provoca anche prurito alla gola  e fastidio agli occhi, ora si concentra nella zona vicino a ponte Lombardo, poco distante dal depuratore. 

“Secondo quanto riferito da Arpav - prosegue la nota - gli scarichi chimici della zona industriale vengono ora convogliati presso il depuratore di Villadose, in pieno centro abitato”.

“Lo scorso febbraio - conclude la nota - proprio il sindaco Gino Alessio si era affrettato a dire che il tavolo ambientale, richiesto da un migliaio di cittadini, era ormai pronto a partire: peccato che siano passati atri sei mesi e il tavolo ambientale non sia ancora stato convocato”. A confermare l’intervento, anche Arpav.

“In seguito alla segnalazione del 26 agosto di un cittadino, residente nel comune di Villadose - spiega - di odori acri nella zona fra via Papa Giovanni XXII e  via Romolo Andreotti, i tecnici del dipartimento di Rovigo sono intervenuti prelevando alcuni campioni di reflui fognari”.

“Gli accertamenti proseguono in collaborazione con la società Acque Venete, gestore della rete fognaria e dell’impianto di depurazione, alla quale è  stato consegnato un ‘canister’, cioè un campionatore portatile d’aria per  eventuali campioni istantanei di aria”.

Sulla vicenda, l’amministrazione comunale ribadisce quella che è la propria linea: ossia, non sottovalutare assolutamente il problema, ma lavorare senza allarmismi a una soluzione.

“Gli odori rilevati dai cittadini - ribadisce il sindaco - sono in monitoraggio e all’attenzione degli enti. Il problema nei fatti è costituito da una linea fognaria non perfettamente sufficiente alle esigenze complessive attuali della Zona Industriale che si innesta in un ‘incrocio’ con altri tratti (via XXV Aprile) per convogliare nella linea che porta al depuratore in presenza di uno sfioratore che in caso di quantità di scarico consistenti sfiora a livello di fossato. Questa comunicazione con l’aria esterna crea esalazioni di odore di scarico in aria. Acquevenete sta risolvendo la questione ed è prevista allo scopo la creazione di una condotta dedicata in alta pressione (quindi senza comunicazione in aria) verso il depuratore”. “Dalle analisi effettuate si esclude il pericolo per la salute”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy