you reporter

Adria

Risuona la "musica" di Maranello

Una ventina di bolidi del Cavallino al ritrovo disturbato dalla pioggia

Il maltempo ha in parte disturbato il ritrovo delle dame di Maranello, ma il trionfo di Monza ha chiuso la giornata in un clima di euforia.

Ed ecco il commento a caldo di Paolo Crepaldi, presidente della Scuderia Ferrari club Adria: “Una vittoria strepitosa quella di Charles Leclerc, ha condotto una gara da vero campione dal primo all’ultimo giro tallonato dalle Mercedes che potevano passarlo da un momento all’altro, ma non ci sono riuscite. E’ un bravo ragazzo - prosegue - cresciuto bene da tempi dell’Academy: sono convinto che ci regalerà delle belle soddisfazioni”.

Soci, amici e appassionati del club adriese hanno seguito in diretta Tv il Gp d’Italia nell’ambito del ritrovo “Delta rosso Ferrari: le valli e il pesce”. E non poteva esserci soddisfazione più grande per la prima uscita pubblica del club adriese con la ciliegina sulla torta regalata dal pilota monegasco.

Così domenica mattina in corso Mazzini si sono ritrovati una ventina di bolidi di Maranello, all’appello mancavano una decina di equipaggi che avevano dato la loro adesione, oltre a qualche altro che solitamente si aggrega last minute.

Qualcuno ha rinunciato avendo intravvisto grigi nuvoloni minacciosi, qualche altro ha preferito accorrere a Monza pregustando l’impresa del Cavallino vista la pole di Leclerc e Sebastian Vettel subito dietro in seconda fila.

Nonostante la pioggerellina, tanti appassionati hanno sostato per ammirare i bolidi del Cavallino di diverse generazioni: 208 turbo, 348 Ts, 348 turbo, 355 Berlinetta, Gtb turbo, Challenger stradale per arrivare alla più recente Scaglietti e all’ultima nata 488.

Tutte rosse fiammanti, tranne una blu Parigi. Presente anche una Fiat 500 Abarth rossa fiammante di ultima generazione arrivata da Modena.

Invece l’equipaggio arrivato da più lontano è partito da Bratislava, capitale della Slovacchia.

Alle 10, sotto la pioggia, l’assessore Marco Tosato ha sventolato la bandiera rossa con il cavallino rampante, quindi la città è stata invasa dalla musica delle “note” di Maranello, il corteo è stato aperto dalla Scaglietti di Paolo Crepaldi, mentre i centauri del Motoclub hanno svolto servizio di staffetta.

Sulla "Voce" di martedì 10 settembre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl