you reporter

Fiesso Umbertiano

La fiera della solidarietà

Ottima cucina e buona musica per l’evento concluso coi fuochi artificiali. Durante la kermesse raccolti fondi per la Lilt Rovigo.

Si è conclusa domenica scorsa, confermandosi un grande successo, la fiera di Fiesso Umbertiano dedicata alla Natività della Beata Vergine Maria, con l’ormai tradizionale cena di beneficenza che quest’anno ha avuto una connotazione particolare.

Oltre a sostenere progetti legati ai bisogni delle famiglie in difficoltà e dei ragazzi diversamente abili del comune polesano, con parte dell’introito della serata è stato deciso di cofinanziare l’acquisto di un casco refrigerante per il contrasto all’alopecia dei pazienti affetti da tumore ed in cura con antiblastici, da mettere a disposizione del reparto oncologico dell’ospedale di Rovigo.

Questo importante progetto è portato avanti dall’associazione Lilt di Rovigo guidata dalla sua presidente Maria Iside Bruschi, che ha partecipato alla cena solidale assieme a Cristina Oliani, primario dell’Unità Operativa di Oncologia dell’Ospedale di Rovigo e a Davide Sergio Rossi, presidente dell’associazione Bandiera Gialla anch’esso grande sostenitore di questo progetto.

“Alla fine della serata, il Comitato fiera e tante associazioni del nostro Comune hanno offerto a Lilt un contributo economico – spiega l’assessore ai servizi sociali Luigia Modonesi - questo gesto è stato mosso dalla consapevolezza che l’aiuto ed il sostegno volto a chi soffre è uno dei più importanti obiettivi di ogni volontario”.

La serata è stata allietata dalla musica e dalle performance di Tommaso Furini e di Luca Ghisellini. Tante le rappresentanze del volontariato di Fiesso, era presente anche un numeroso gruppo dell’Aism di Rovigo e non è mancata la presenza del parroco Don Giorgio Zanforlin. La cena è stata un vero successo: pietanze squisite che i cuochi volontari hanno preparato con amore e dedizione per una giusta causa.

Al termine della serata gli amministratori hanno ringraziato tutti coloro che hanno collaborato a questa 139esima fiera di Fiesso donando loro un gadget realizzato a mano dalle volontarie del gruppo “Cucito, ricamo e…”.

“Un grazie particolare al Presidente del Comitato Fiera di Fiesso Claudio Davì che quest’anno si è veramente superato” fanno sapere dall’amministrazione comunale. La chiusura di tutta la manifestazione è avvenuta con i fuochi artificiali della ditta Maltarello che ha illuminato con luci multicolori la serata dedicata alla beneficenza in chiusura di un appuntamento che richiama nel comune polesano migliaia di persone che non vogliono perdersi l’ottima cucina proposta allo stand gastronomico, accompagnata dall’ottima musica delle numerose e prestigiose orchestre.

Ma ad essere presenti a questa manifestazione, sono anche e soprattutto i fiessesi che sempre rispondono con tanto cuore e motivazione ai progetti solidali, dimostrando con i fatti quanto sia radicata la cultura della solidarietà in questo territorio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl