you reporter

COSTA DI ROVIGO

Bilancio shock, salta la Pro loco

Il direttivo si dimette in massa: “Situazione economico-finanziaria proibitiva”, scrive

Bilancio shock, salta la Pro loco

Una situazione davvero non consueta, nell'universo Pro loco, tanto da essere seguita con estrema attenzione da Unpli, ossia la Unione nazionale delle Pro loco italiane, sia a livello provinciale sia a quello ragionale, che avrà l'ultima parola sulla proposta di commissariamento. Tutto comincia lo scorso 31 agosto, quando il direttivo dell'associazione, in carica dal gennaio del 2015, pur dovendo tenere conto dei numerosi avvicendamenti avvenuti nel corso degli anni, presenta al Comune le proprie dimissioni. In sostanza, i componenti spiegano che non possono continuare la loro attività, “data la situazione economica e finanziaria dell'ente”, come si legge nella delibera di giunta con la quale l'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Gian Pietro Rizzatello, prende atto delle dimissioni e della impossibilità di continuare il lavoro della Pro loco, alla luce di questa difficoltà.

Inoltre, viene trasmesso il verbale a Unpli, per un eventuale commissariamento. La decisione dovrebbe arrivare nei prossimi giorni e si tratterà di un passaggio molto importante, per decidere sul futuro dell'associazione cittadina e sulla sua operatività.

Nella delibera non viene riportata nessuna cifra, ma è lo stesso presidente dimissionario di Pro loco Omar Dalla Villa a dare alcune spiegazioni in merito, parlando di alcune decine di migliaia di euro. “Ci sono stati alcuni problemi economici negli ultimi anni che abbiamo provato a recuperare anche perché ci dispiaceva annullare le manifestazioni - spiega Dalla Villa - quando abbiamo capito che da soli non ce l’avremmo fatta abbiamo alzato le mani e abbiamo chiesto aiuto all’amministrazione per vedere di risolvere questa situazione debitoria, lavorando insieme. Abbiamo deciso di dimetterci, anche perché era corretto farlo, chiedendo il commissariamento”. La Pro loco guidata da Dalla Villa, era in carica da cinque anni ed effettivamente in questo lasso di tempo degli eventi ne sono stati fatti parecchi, anche se non sempre con l’esito sperato. “Abbiamo fatto davvero tantissime cose - spiega l’ex presidente - è fuori discussione che il momento non fosse dei migliori ma abbiamo sempre cercato di lavorare in silenzio per cercare di sanare la cosa. Il problema economico c’è e non viene assolutamente nascosto - continua Dalla Villa - forse avremo dovuto arrenderci prima ma speravamo di farcela e abbiamo lavorato fino all’ultimo. Non siamo riusciti ad incassare alcune fatture di sponsorizzazione, dobbiamo ancora incassare alcuni contributi comunali e abbiamo un po’ di cassa e ci impegneremo al massimo per lasciare a chi ci sostituirà, una posizione pulita. Siamo pronti ad assumerci le nostre responsabilità, per cercare di sanare questa situazione. Abbiamo fiducia nel commissario - conclude Dalla Villa - con il quale siamo pronti a collaborare per risolvere questa cosa, meno grave di quello che si dice in giro”.

Il sindaco Gian Pietro Rizzatello non si sbilancia. “Non rilascio nessuna dichiarazione fino a quando Unpli non ci darà ufficialmente il nome del commissario, si tratta di una vicenda grave e delicata. Posso solo dire che abbiamo preso atto delle dimissioni del direttivo Pro loco e appoggiato la richiesta di commissariamento”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl