you reporter

LAVORO

La crisi Ecolab in prefettura

La crisi Ecolab in prefettura

Alberto Garbellini

ROVIGO - Il caso Ecolab e il taglio di 43 posti di lavoro in prefettura. Il prefetto di Rovigo, Maddalena De Luca, ha convocato per martedì prossimo in prefettura tutte le parti coinvolte nella vicenda della chiusura dello stabilimento produttivo di viale del Lavoro, con il conseguente licenziamento di 43 lavoratori.

In via Celio sono stati convocati, per martedì alle 16.30, i dirigenti dell’azienda, una multinazionale che ha deciso di spostare la produzione in Francia, il sindaco di Rovigo, i responsabili di Cgil, Cisl e Uil e i dirigenti di Confindustria.

Ma non sarà l’unico passaggio istituzionale della crisi che potrebbe avere pesanti ripercussioni sul panorama occupazionale rodigino. Lunedì infatti è in programma, alle 18, il consiglio comunale aperto sull’argomento, una seduta dell’aula dove saranno presenti, probabilmente, tutti o quasi i lavoratori coinvolti nella dismissione della fabbrica che produce detergenti ad alto livello. Un consiglio comunale dove sindacati e lavoratori chiederanno pieno sostegno da parte del Comune e dei suoi rappresentanti alle iniziative che saranno messe in campo per tutelare i quasi 50 posti di lavoro. Poco prima, all’Ecolab (ex Esoform) si terrà un’assemblea dei lavoratori dove potrebbe essere decisa l’assemblea permanente all’interno dei locali dell’azienda. Infine una richiesta di incontro all’assessore al lavoro Elena Donazzan. La chiusura di Ecolab rischia di essere un altro duro colpo al panorama produttivo e occupazionale del Polesine.

Solidarietà ai lavoratori Ecolab anche da parte di Articolo 1: “La Regione deve svolgere il proprio ruolo di coinvolgimento e collaborazione attiva col governo nazionale. La crisi che in queste ore sta coinvolgendo 43 dipendenti della Ecolab deve rappresentare il punto di partenza per l’avvio di una fase di iniziativa dell’amministrazione comunale nei confronti della Regione Veneto. Rovigo e il Polesine, da molti anni, perdono strutture importanti per l’economia del territorio con chiusure e trasferimenti di fabbriche. Fondamentale avviare da subito una nuova stagione di iniziative politiche e amministrative”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl