you reporter

Adria

Sale operatorie unificate: la replica dell'Ulss

La secca replica dell'Azienda sanitaria: "Non si è perpetrata alcuna unificazione di sale operatore, ma bensì si sta rafforzando l’integrazione e la collaborazione con gli ospedali di Rovigo e Trecenta su alcuni temi specialistici".

Sale operatorie unificate: la replica dell'Ulss

Sala operatorio (Foto d'archivio)

18/09/2019 - 15:09

In riferimento alle preoccupazioni espresse dal Comitato a difesa dell’Ospedale e dei servizi socio-sanitari di Adria (leggi l'articolo), l’Azienda Ulss 5 precisa che "è attualmente impegnata nella puntuale applicazione nei tre Ospedali di Rovigo, Adria e Trecenta delle Schede Ospedaliere recentemente approvate dalla Giunta Regionale.

Nell’ambito di tale processo di applicazione, sono già in corso alcuni lavori di ammodernamento nel monoblocco dell’Ospedale di Adria, che consentiranno entro la fine del 2019 di potenziare l’Ospedale di comunità (passando da 15 a 24 posti letto e completare quindi la nuova struttura avviata nell’agosto 2018), riorganizzare l’attività di Chirurgia, Urologia e Ortopedia e attivare ex novo i posti letto di Riabilitazione ortopedica e cardiologica. L’attivazione ex novo dei posti letto di Hospice è prevista per i primi mesi del 2020".

E ancora: "Nel corso del 2019 è da evidenziare il potenziamento ad Adria di alcune attività, quali l’avvio durante l’estate degli interventi chirurgici di Neurochirurgia; la messa a regime della riorganizzazione del Laboratorio analisi nell’ambito della Rete provinciale; il consolidamento del modello assistenziale delle attività di Oculistica...".

 

"Sul tema della gestione del personale, è da sottolineare come l’Azienda Ulss 5 abbia costantemente messo in atto tutte le misure necessarie per garantire il turn over del personale medico e del comparto. In aggiunta alle procedure di reclutamento del personale medico attivate da Azienda Zero, L’Azienda ULSS 5 ha inoltre attivato anche altre procedure alternative per garantire la necessaria copertura assistenziale nelle aree per le quali la mancanza regionale e nazionale di medici si fa più sentire. Tra queste aree, spicca la cronica mancanza di anestesisti che ha spinto l’Azienda ULSS 5 anche a una riorganizzazione complessiva e integrata delle sedute operatorie nelle tre sedi ospedaliere di Rovigo, Adria e Trecenta... È evidente quindi che non si è perpetrata alcuna unificazione di sale operatore, ma bensì si sta rafforzando l’integrazione e la collaborazione con gli ospedali di Rovigo e Trecenta su alcuni temi specialistici".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl