you reporter

Cavarzere

“Ater, sfratti e case agli stranieri”

Il monito del sindaco Tommasi: “Soglia Isee troppo bassa, in tanti rischiano grosso”.

“Ater, sfratti e case agli stranieri”

“Se non si aumenta la soglia Isee le famiglie che vivono nelle case popolari finiranno per essere sfrattate, e al loro posto entreranno gli stranieri”. Lo dice il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi: al centro, la soglia di 20mila euro di Isee, che - in base alla nuova legge regionale - rischia di esporre allo sfratto chi supera tale cifra.

E lo stesso primo cittadino di Cavarzere, dunque, lancia l’allarme: 20mila euro - sostiene - sono troppo pochi per classificare se un cittadino può o meno risiedere in un alloggio Ater. Anche perché bastano un po’ di risparmi da parte per far crescere l’Isee. “Se questa soglia non verrà aumentata - dice Tommasi - le famiglie che sono nelle case popolari non potranno rimanere, ed entreranno gli stranieri”.

Secondo il primo cittadino, tra le altre cose non è stato considerato dalla normativa il luogo in cui sono ubicati gli alloggi stessi e il fatto molti immobili siano ormai vetusti e necessiterebbero di una pesante manutenzione. Per Tommasi, insomma, “la normativa è stata fatta in velocità e senza considerare qual è il patrimonio immobiliare del territorio o la media d’età della popolazione che ci vive”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl