Cerca

COMMERCIO

Roverella boom, ma la città è chiusa

Botteghino più che soddisfatto ma tutto attorno saracinesche abbassate. Il presidente Ceccato rassicura: “Avviata una calendarizzazione”.

Roverella boom, ma la città è chiusa

Una domenica baciata dal sole e dall’inaugurazione della mostra al Roverella, ieri nel capoluogo polesano. Almeno 500 le persone che si sono avvicinate al box per staccare il biglietto e visitare l’esposizione sul Giapponismo, molte arrivate anche da fuori provincia.

Ma, come spesso avviene in questi casi, la città non si è fatta trovare pronta. I ristoranti e i locali aperti, come spesso avviene la domenica, ma le boutique sono rimaste chiuse. Vetrine spente e una passeggiata un po’ moscia per chi è arrivato a Rovigo con tutti i buoni propositi di rilassarsi e magari fare shopping. Erano aperti Tezenis, come ogni domenica, e un paio di altre boutique, in corso e all’angolo di piazza Duomo.

Ma il presidente di Confesercenti, Vittorio Ceccato, frena subito le polemiche e annuncia: “Proprio nell’ottica della strutturazione relativa alle attività che verranno messe in piedi in occasione della mostra del Roverella ma del distretto del commercio in generale, stiamo studiando una calendarizzazione delle aperture domenicali”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy