you reporter

Badia Polesine

Gli “orfanelli” tornano a casa

Il raduno ha concluso le celebrazioni per il centenario dell’istituto Caenazzo

Il raduno degli ex allievi del convitto, che hanno animato i canti liturgici della messa celebrata dal vescovo Pierantonio Pavanello, ha chiuso le celebrazioni per il centenario dell’istituto Caenazzo-Bronzin.

Il “compleanno” della benemerita istituzione, intitolata dal fondatore Giusto Caenazzo ai genitori Domenico e Francesca, è iniziato col raduno degli oltre 100 “orfanelli” (come amano definirsi) che fra gli anni Sessanta e Settanta furono ospitati nel convitto di via Cigno.

La mostra fotografica, allestita nell’atrio d’ingresso dell’istituto, ha cercato di riassumere la storia e i mutamenti intercorsi in un secolo attraverso i documenti e i volti delle persone che ne hanno animato la storia.

Fra le personalità presenti, oltre al sindaco Giovanni Rossi, all’onorevole Antonietta Giacometti, al parroco don Alex Miglioli e al consiglio direttivo, ha partecipato un ex convittore illustre: il presidente della Provincia Ivan Dall’Ara che, alla fine della conviviale, si è esibito cantando davanti a 160 commensali.

Sulla "Voce" di martedì 1 ottobre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl