you reporter

INCIDENTE MORTALE

Uccisa nell'impatto a 12 anni, la cintura forse l'avrebbe salvata

Il conducente dell'auto che avrebbe provocato lo schianto patteggia 20 mesi

Uccisa nell'impatto a 12 anni, la cintura forse l'avrebbe salvata

La piccola vittima, di soli 12 anni

L’incidente si era verificato il 21 gennaio del 2017, in Tangenziale a Rovigo. Aveva provocato ben sette feriti, con tre veicoli coinvolti, durante un sorpasso. La situazione più grave era immediatamente apparsa quella di Giulia Morandi, 12 anni, di Bagnoli di Sopra, nel Padovano. Era di ritorno, con amici di famiglia, da un giro al centro commerciale, quando, verso le 19, si verificò il tremendo impatto. Giulia si spense qualche giorno dopo.

Nella mattinata di ieri, di fronte al giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Rovigo, il conducente dell’auto che, con un sorpasso, avrebbe provocato l’incidente, ha ottenuto di potere chiudere la propria vicenda processuale patteggiando una pena a 20 mesi, poi sospesi con la condizionale. Si tratta di un 28enne di Rovigo. A quanto sarebbe emerso nel corso delle indagini, se la piccola avesse indossato la cintura, gli esiti dell’impatto, comunque violentissimo, avrebbero forse potuto essere differenti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl