you reporter

Podismo

Acuti di Magagnoli e Mangolini

A Loreo bene la camminata per la prevenzione dei tumori al seno

Porta bene il 13 alla “Camminata tra Calli e Riviere”, la manifestazione podistica di Loreo, corsa domenica mattina, penultima tappa della decima edizione del circuito “Adriatic Lng”. Partecipanti in aumento già dalla mini podistica, più di 30. La competitiva di otto chilometro ha visto oltre 240 partenti.


La camminata era abbinata al mese della prevenzione ai tumori al seno, con più di 150 non competitivi (e relativi palloncini rosa) nella “Donne in corsa - Life is pink”. Applausi all’organizzazione guidata da Walter Bellato, con l’aiuto di Maurizio Preti, del comune di Loreo, della Pro loco e della Protezione civile. La mini corsa ha visto il dominio di Maicol Mozzato (Avis Taglio di Po), tanti piazzamenti di categoria per la Discobolo Rovigo.

Discobolo protagonista anche a livello assoluto. Tra gli uomini Rudy Magagnoli lascia sfogare nel prima parte delle gara Angelo Marchetta, della Salcus, poi lo riprende a metà gara e allunga per andare a vincere. Dietro il ferrarese c’è Marchetta, poi il monselicense Federico Valandro, un podio che si rispecchia anche nella graduatoria del circuito. Nella “top ten” bene anche Alessio Franchetto (Rovigo Run It), ottavo e Davide Gherlinzoni (Avis Taglio di Po) decimo.

Al femminile arriva il bis per l’atleta dell’Atletica Delta, Caterina Mangolini: la giovane di Mesola è stata in testa fin dal via ed è andata a vincere concludendo gli otto chilometri in 30’,05” precedendo la stellina della Discobolo, Nadya Chubak e Sona Marongiu, dell’Atletica Brentella. Bene le atlete polesane con il quinto posto della rosolinese Francesca Moscardo, il sesto di Francesca Tartari (Rovigo Run It) e l’ottavo di Sara Fusetti (Avis Taglio di Po).

Per quanto riguarda il circuito può dormire sonni tranquilli la Chubak, saldamente in testa con una gara dal termine. Gran battaglia, al contrario, nella categorie dei Veterani dai 50 ai 59 anni; Marco Pranovi batte Sandro Verlich e lo appaia in classifica: a Cavarzere, domenica prossima, il verdetto decisivo. Tra gli over 60 è bravo Lorenzo Andreose (Salcus) che vince e rinsalda il primo posto nella graduatoria dell’Adriatic: alle sue spalle il padovano Alberto Fiorese ed il veneziano Sandro Sandri, poi quarto posto per Luciano Magagnoli, della Salcus, e quinto per Ubaldo Zanetti, dell’Avis Taglio di Po.

Il sodalizio tagliolese si conferma al primo posto tra i gruppi più numerosi precedendo Rovigo Run It e Gp Porto Tolle. Prima del via l’organizzazione ha voluto ricordare, con un minuto di silenzio, il dottor Fabrizio Pavin, scomparso prematuramente. Ottima la conduzione da parte dello speaker Salvatore Binatti, alle premiazioni presente gran parte dell’amministrazione comunale.

Sulla "Voce" di lunedì 7 ottobre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl