you reporter

Porto Viro

“La città deve ritornare bella”

Erba alta, segnali divelti e strade piene di buche: i residenti si lamentano.

“La città deve ritornare bella”

“Cosa sta succedendo alla nostra amata Porto Viro? Non la riconosciamo più. E’ trascurata, ci sono rifiuti abbandonati, strade rotte e cartelli storti. Sembra di essere tornati indietro nel tempo”.

E’ il grido che si alza da un gruppo di cittadini della città deltina, che puntano il dito sul declino del centro. “Potrebbe essere la punta di diamante di tutto il Basso Polesine, invidiata da tutti per la sua posizione strategica, e invece no, niente da fare - dice un residente - in alcune zone ci sono plastica e rifiuti abbandonati, che non sono nemmeno biodegradabili e quindi inquinano”.

Il cittadino racconta di aver fatto un giro completo della città e di essersi fermato in ogni angolo in cui ha visto cartelli e segnaletica divelti, abbattuti o storti. “Non ci meritiamo tutto questo - dice - anche noi paghiamo le tasse, e il nostro Comune dovrebbe e offrirci il meglio. Invece, ci sono intere vie abbandonate a se stesse, in cui regna la sporcizia e l’erba è alta e incolta”.

“E poi - attacca - non capisco perché quando c’è un cantiere per abbellire la città, questo è sempre a Donada e mai a Contarina. Eppure Porto Viro è una sola, e gli interventi dovrebbero essere fatti ovunque, senza distinzione”.

E una donna, che ogni mattina esce di casa in bicicletta per andare a comperare il pane, aggiunge: “Ci sono buche ovunque, più volte ho rischiato di cadere dalla bici. Come vediamo noi tutto questo scatafascio, lo dovrebbe vedere anche chi siede in amministrazione. Il Comune dovrebbe provvedere a fare dei lavori urgenti di sistemazione, senza pensarci un giorno in più”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl