you reporter

La vostra Voce

Il Bar Penisola ha gli occhi a mandorla

Il titolare ha raccolto il testimone dalla famiglia Ovan

Dall’Italia alla Cina, ma la tradizione è rimasta viva grazie ad Alex. Sei anni fa, il giovane titolare dagli occhi a mandorla ha cominciato l’avventura al Bar Penisola, raccogliendo dalla famiglia Ovan la difficile eredità commerciale.

Pian piano Alex è entrato nel cuore dei clienti e il suo bar è sicuramente tra i più frequentati nel territorio di San Martino di Venezze. Fin dalle prime luci dell’alba, automobilisti e camionisti si fermano per una veloce colazione, per dare un’occhiata ai quotidiani e scambiare quattro chiacchiere.

Il locale si affolla di giovani nel tardo pomeriggio e in serata, quando scocca l’ora dell’happy hour. I ragazzi si divertono tra freccette e partite a biliardo, con una sala riservata appositamente ai giochi e allo svago. Il bar Penisola è frequentato anche da avventori di Pettorazza Grimani e Anguillara Veneta (Padova).

Il tifo assordante, la palestra gremita, i giocatori che tornano a militare nella squadra del paese, orgogliosi di rappresentare San Martino di Venezze, perché come recita il proverbio “al cuor non si comanda”.

Rinasce ufficialmente la squadra Uisp, che si chiama San Martino C5.

Il presidente Matteo Crivellari racconta come ha preso forma la romantica idea di riportare il calcio a cinque Uisp in paese: “Tanti anni fa, era una bella realtà sportiva, un gruppo affiatato e formato da molti ragazzi di San Martino di Venezze. Abbiamo voluto ricreare tutte questo, con persone nuove, ma coinvolgendo sempre i giocatori del posto, che si erano accasati altrove nelle ultime stagioni”. Crivellari rivela: “Ci pensavamo già da alcuni anni, finalmente quest’estate i tempi erano maturi per rifondare la squadra”.

Oltre un secolo di vita, è la dinastia dei tabaccai. La tabaccheria Ovan è aperta addirittura da fine secolo, all’epoca non esisteva il ponte sull’Adige. Il tempo trascorre, altri familiari si avvicinano all’attività, che nel 1963 fa i bagagli e si trasferisce nell’attuale sede di via Penisola.

E’ Nicola Ovan che ora ha preso il timone di famiglia e porta avanti la tabaccheria.

Il titolare effettua alcune considerazioni sulla vita in paese e il tessuto delle attività produttive: “In questa zona ci sono diverse attività e tutto sommato non va male, forse gli effetti della crisi vengono percepiti più in centro. Ci troviamo su una strada di passaggio e non ci possiamo lamentare, c’è un buon movimento”. Il rapporto con i clienti è cordiale, Nicola conosce praticamente tutti.

Un rapido sondaggio in piazza e nei bar. La “voce” del popolo promuove l’operato dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Piasentini. Tra le criticità segnalate nel territorio di San Martino di Venezze, però, c’è da risolvere la solita questione dell’incrocio di via Penisola: per chi proviene da Pettorazza Grimani, ad esempio, è sempre difficile immettersi.

“Servirebbe un semaforo, è un incrocio pericoloso e ogni anno, puntualmente, si verificano due-tre incidenti” fa notare un giovane della zona.

Sulla "Voce" di giovedì 10 ottobre due pagine intere dedicate a San Martino di Venezze.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl