you reporter

STIENTA

San Genesio, il restauro fa scuola

A fare da guida, l’architetto Massimiliano Furini oltre al parroco don Giancarlo Berti

San Genesio, il restauro fa scuola

Un gruppo di studenti dello Iuav di Venezia, guidato dalla professoressa Antonella Cecchi, ha fatto visita alla chiesa di San Genesio, a Stienta.

L’idea è stata dell’architetto Massimiliano Furini, progettista e direttore dei lavori post sisma. “A seguito dell’inizio dei lavori - spiega lo stesso Furini - ho pensato di proporre alla professoressa Cecchi, che ha definito e organizzato la visita agli studenti del suo corso, la possibilità di vedere i lavori prima e dopo la loro realizzazione, in quanto gli elementi del progetto rispecchiano quanto espresso dal suo corso all’Istituto universitario di architettura di Venezia”.

Furini, che ha recentemente vinto un posto per il dottorato di ricerca proprio allo Iuav in “Innovazione per il costruire e per il patrimonio culturale”, ha colto l’occasione per far visitare il cantiere agli studenti, spiegando le problematiche rilevate post sisma, i danni riscontrati e le tematiche progettuali per il loro ripristino e per il miglioramento della vulnerabilità sismica dell’edificio proposto alla sua riapertura.

La proposta è stata favorevolmente accolta dalla professoressa Cecchi, professore ordinario di scienza delle costruzioni che a Venezia insegna meccanica strutturale, statica per il restauro e statica e vulnerabilità sismica delle costruzioni in muratura.

Sulla "Voce" di venerdì 11 ottobre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl