you reporter

ADRIA

Ex scalo merci perde i pezzi

L'ennesima segnalazione di degrado

Ex scalo merci perde i pezzi

Una splendida facciata, un soffitto fatiscente. Sono le due facce dell’ex scalo merci, ora stazione dei bus. Davanti il murales “Colpi d’occhio: dalle tradizioni ai murales, dal Symposium alla ganzèga” realizzato dagli studenti del Bocchi-Galilei, alzando gli occhi si vede il soffitto della tettoia che perde i pezzi.

E i calcinacci cadono a terra alimentando prima di tutto la polemica social.

Così interviene il sindaco Omar Barbierato per ricordare che “sin dal primo momento in cui ci siamo insediati, l'impegno per la riqualificazione dello stabile di proprietà di Rfi, Reti ferroviarie italiane, è stato massimo. Abbiamo subito cercato un accordo con la proprietà per mettere in sicurezza il tetto e le grondaie che da anni versavano in pessime condizioni. Un primo intervento di sostituzione delle grondaie è già stato effettuato mentre per il tetto sono costanti le comunicazioni che il comune spedisce a Rfi, segnalazioni che si sono ripetute anche nei giorni scorsi per la caduta di alcuni calcinacci”.

Sulla "Voce" di venerdì 12 ottobre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl