you reporter

IL CASO

Parte il censimento: allarme falsi rilevatori

Tentano di entrare in casa degli anziani con la scusa del censimento

Parte il censimento: allarme falsi rilevatori

A lanciare l’allarme, una giovane professionista rodigina, una cui parente, di 85 anni, sarebbe incorsa in quello che ha tutta l’aria di un tentativo di truffa, legato peraltro all’avvio del censimento. A casa dell’anziana rodigina, si sarebbero infatti presentati due ragazzi, domandando di entrare, proprio per le pratiche connesse alla rilevazione periodica. L’anziana, però, che nonostante l’età avanzata è estremamente presente e attenta a quanto accade, non ha aperto e ha segnalato l’accaduto alla giovane parente, che si è informata.

Chiamando i numeri riportati nella lettera di accompagnamento, le è stato spiegato che l’unica persona autorizzata a effettuare la rilevazione è quella i cui estremi appaiono nella lettera informativa. In questo caso, sarebbe stata una donna, laddove alla porta dell’85enne si sarebbero presentati invece due ragazzi. Qualcosa, insomma, non quadra. Da qui il consiglio della giovane: fare attenzione a chi viene indicato nella lettera e, nei casi dubbi, chiamare il numero indicato qui. O, anche, le forze dell’ordine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl