Cerca

COSTA

Una mozione contro la cimice

Il consiglio comunale discute e fa proprio il piano di azione presentato da Coldiretti veneto contro il flagello della cimice asiatica

Una mozione contro la cimice

Il consiglio comunale discute e fa proprio il piano di azione presentato da Coldiretti veneto che fornisce un quadro della situazione attuale ed elabora azioni volte a contrastare la diffusione della cimice asiatica in Veneto. A relazionare in consiglio è intervenuto Carlo Salvan, presidente della Coldiretti provinciale: “Il problema tocca l’intera economia locale in quanto il parassita ha invaso il nord Italia danneggiando tutte le colture. Il danno maggiore si registra nel campo frutticolo, che si stima solo per il territorio in 100mila euro. Poi ci sono i danni che si ripercuotono sull’intera filiera produttiva e che sono ingenti e difficilmente stimabili. A oggi non si riscontrano soluzioni efficaci per il problema se non quello introdurre nell’ecosistema un agente antagonista, cioè un insetto che impedisca la proliferazione della cimice”. La discussione affrontata in Consiglio comunale, consente di dar forza e sostegno a richieste d’intervento concreto alle autorità preposte.

Al termine dell’intervento, il Consiglio Comunale, considerato anche il fatto che nel territorio comunale le attività frutticole presenti stanno compromettendo in modo significativo la propria redditività, ha votato all’unanimità la mozione presentata che consiste nell’avviare e sostenere azioni, sia a livello regionale che nazionale, volte a sensibilizzare le istituzioni a realizzare un serio piano d’azione per contrastare la diffusione della cimice, alla quale debbono corrispondere adeguate coperture finanziare al pari di altre calamità che hanno colpito il Paese.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy