you reporter

Protezione civile

Il prefetto punta sulla "sicurezza partecipata”

Stamattina in Provincia un incontro intenso con i protagonisti della sicurezza del territorio. E' la settimana della Protezione civile e la nona edizione della campagna “Io non rischio”

La “settimana nazionale della Protezione Civile” ha ufficialmente preso il via con una serie di iniziative anche nella nostra città.


Una ricorrenza su scala nazionale che terminerà domenica 20 ottobre. Ad aprire i sette giorni di eventi e iniziative a livello nazionale e locale in cui i cittadini italiani possono conoscere più da vicino il servizio nazionale della Protezione Civile è stata la nona edizione della campagna “Io non rischio”, che si è svolta il 12 e il 13 ottobre e ha visto impegnati oltre 5mila volontari e volontarie appartenenti a organizzazioni nazionali, gruppi comunali e associazioni locali di Protezione Civile in 850 piazze, per sensibilizzare i propri concittadini sui rischi (terremoto, maremoto e alluvione) che interessano il loro territorio.


Anche Rovigo ha voluto essere parte attiva e nella mattinata di ieri, nella Sala Consiliare di Palazzo Celio, si è tenuta la conferenza provinciale permanente che vedeva in “platea” molti sindaci del nostro territorio.

Ad aprire la giornata sono state le parole del prefetto, Maddalena De Luca: “Questo incontro è stato promosso per la settimana dedicata alla protezione civile, un'iniziativa atta a sensibilizzare i cittadini e creare un nuovo modo di pensare ed agire nella gestione delle emergenze. Con questa finalità, sia su scala nazionale che locale, è importante quindi tenere degli incontri con la cittadinanza e anche con gli studenti. Un modo per ridurre i rischi in caso di emergenze e conoscere le capacità operative della Protezione Civile. Il concetto sul quale dobbiamo concentrarci è una sicurezza partecipata perché solo così potremo gestire al meglio le criticità che ci possono essere nel nostro territorio. Dobbiamo navigare tutti verso un'unica direzione”.


Successivamente la giornata è proseguita con Mauro Valente sul tema “Il servizio di piena del Fiume Po ed il supporto dei volontari della Protezione Civile”. Un susseguirsi di approfondimenti che si sono rincorsi lungo la mattinata grazie agli interventi di Giovanni Paolo Marchetti, Giancarlo Mantovani, Carlo Terrabujo, Giorgio Basile, Monica Gambardella e Nicola Dell'Acqua.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl