you reporter

IL CASO

Cresce la tensione sui diritti di pesca

Si avvicina il consiglio provinciale di venerdì. Ma incombe la spada di Damocle dei ricorsi. Misteri sul sedicente consorzio portotollese, il dominio web creato nel 2017 e depositato a Panama

Cresce la tensione sui diritti di pesca

Da Porto Tolle a Rovigo, passando per... Panama. Cresce la tensione in vista del consiglio provinciale. Venerdì prossimo l’aula di palazzo Celio dovrà votare la delibera che concede al Consorzio delle cooperative di pescatori i diritti esclusivi di pesca per 15 anni. Una delibera che però sarà sottoposta al vaglio dei consiglieri provinciali con il parere negativo tecnico e contabile. Due “no” che peseranno soprattutto nei prossimi mesi.

Se tutto andrà come da avvisaglie, infatti, i cinque consiglieri promotori della delibera la faranno passare nonostante il probabile voto contrario del presidente Ivan Dall’Ara. A quel punto la concessione sarà operativa, ma l’esultanza dei 1.500 pescatori bassopolesani, che chiedono la delibera da mesi, sarà sottoposta ad una spada di Damocle. Quella del ricorso al Tar che nelle scorse settimane alcuni soggetti diversi dalle coop polesane hanno fatto balenare.

Se l’affidamento quindicennale otterrà il via libera sarà probabilmente pubblicato in albo pretorio nel giro di pochi giorni, e da quel momento scatteranno i 60 giorni di tempo per presentare eventuale ricorso al Tar. Fino a Natale quindi, la delibera potrà essere impugnata davanti al tribunale amministrativo. E se dovesse concedere la sospensiva? Per il Consorzio di Porto Tolle sarebbe un guaio enorme, con tanto di rischio di dover sospendere l’attività in attesa del giudizio.

Ma non è finita qui, perché per altri due mesi ci sarà tempo per un ricorso al Presidente della Repubblica. La dirigente del settore pesca, inoltre, ha più volte fatto sapere che in casi di approvazione scatterà la segnalazione alla Procura della Repubblica e all’Autorità anticorruzione, per verificare eventuali profili penali nel comportamento di chi avrà approvato la delibera.

Ad agitare ulteriormente le acque è arrivata la misteriosa lettera del sedicente “Nuovo consorzio di pescatori” che chiede la concessione di un diritto di pesca. “Sedicente” perché nella lettera spedita in Provincia non risultano intestazioni, indicazioni di partita Iva, indirizzi o informazioni su chi possano essere gli autori di questo misterioso consorzio. Tanto più che il sito web, piuttosto approssimativo, è stato oscurato già lunedì scorso. Un sito web il cui dominio risulta depositato a Panama nel 2017 (8o7 giorni fa per la precisione). Insomma sembra fatto apposta per ostacolare qualsiasi verifica di trasparenza. Un sito e un consorzio che i pescatori hanno subito definito “farlocco”, preso a pretesto da chi sostiene che l’affidamento di 15 anni sia irregolare. Ed è per questo che sul presidente della Provincia Ivan Dall’Ara sono piovute critiche per aver girato la lettera ai consiglieri provinciali mentre, secondo i “pro 15 anni” avrebbe dovuto essere cestinata come lettera anonima, o come poco più di una burla.

A Porto Tolle, infatti, ieri tutti si chiedevano chi mai possa esserci dietro questo “Nuovo consorzio”. Dei 103 pescatori definiti “soci”, nessuno sa niente, e nessuno ci crede: tutto campato in aria. Ma tutti sono convinti che c’è chi sta rimestando nella melma sul fondo alle acque lagunari del delta. Gli animi sono accesi. E venerdì una delegazione di pescatori sarà a Rovigo per vedere da vicino il voto di palazzo Celio.

La sensazione è che la delibera passerà, poi però comincerà un periodo di attesa. Con un incubo che potrebbe già arrivare ad inizio anno: in caso di ricorso al Tar, infatti, il tribunale potrebbe come detto anche dichiarare la sospensiva, in attesa di fare chiarezza. Questo significherebbe stop alle attività di pesca. Ma a questa eventualità nessuno ci vuole pensare.

E “a Panama” qualcuno potrebbe già essere pronto ad azzardare nuove mosse.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl