you reporter

MUSICA

Il violino rodigino che suonerà all'Arena

Sofia Gelsomini, a soli 24 anni, entra nell'Orchestra della Fondazione Arena di Verona a tempo indeterminato

Il violino rodigino che suonerà all'Arena

Sofia Gelsomini, violinista nata a Rovigo, a soli 24 anni è la nuova violinista, a tempo indeterminato, dell’Orchestra della Fondazione dell’Arena di Verona. 

“Ho partecipato al concorso a tempo indeterminato presso l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona, l’1 ottobre per Concertino con obbligo di spalla dei violini primi – racconta emozionata Sofia – La finale si è svolta il 3 ottobre presso il Teatro Filarmonico in modalità concerto pubblico; ho eseguito il Concerto di Mozart in Re maggiore, il Concerto di j. Sibelius e tutti i 15 passi richiesti nel bando. L’emozione è stata grandissima quando ho saputo che avevo vinto il posto come Concertino con Obbligo di Spalla a tempo indeterminato presso l’Orchestra dell’Arena di Verona. Non mi sembra ancora vero, è difficile da realizzare perché non potevo desiderare posto più prestigioso. Contentissima anche per il larghissimo consenso che ho ricevuto dal pubblico presente ed anche da molti futuri colleghi. Ancora non ci credo mi sembra veramente un sogno di aver ottenuto un posto così prestigioso e di grande responsabilità a soli 24 anni“.

La biografia di Sofia.

Sofia Gelsomini è nata a Rovigo nel 1995. Ha iniziato a suonare il vìolino all’età di 3 anni e mezzo e si è laureata con il massimo dei voti e Lode a soli 16 anni presso il Conservatorio “O. Vecchi – Tonelli “ di Modena con il M. Ivan Rabaglia. A 21 anni ottiene il Soloist Master’s Degree presso il Conservatorium Van Amsterdam sotto la guida del M.
Ilya Grubert. Sofia ha frequentato diversi corsi di perfezionamento con prestigiosi insegnanti: Marco Fornaciari, Antonio de Lorenzi, Beatrice Antonioni, Marius Cristescu, Marco Rogliano, Dora Schwarzberg, Ettore Pellegrino, Ivan Rabaglia, Dimitri Berlinsky, Massimiliano Mainolfi. Si è perfezionata all’ International Chamber Music Academy con il Trio di Parma dove ha ottenuto la borsa di studio “Bruno Premuda” come migliore allieva.
È stata definita “perla” dal Maestro Boris Petrushansky.

Attualmente sta seguendo il corso di alto perfezionamento con il M. Salvatore Accardo presso la Fondazione W. Stauffer di Cremona inoltre frequenta il corso di vìolino con il M. Sonig Tchakerian ed il corso di musica da camera con il M. Carlo Fabiano presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma. Il debutto da solista avviene all’età di 6 anni con il concerto di J. S. Bach in La minore accompagnata dall’orchestra del Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo mentre a 14 anni ha suonato insieme alla sorella Arianna il concerto per due vìolini in Re minore di J. S. Bach accompagnate dall’Orchestra StradivariMonteverdi presso il Museo Civico “Ala Ponzone” di Cremona.

Recentemente ha suonato il Triplo Concerto di L. V.. Beethoven al Gasteig di Monaco di Baviera accompagnata dalla Kammer Orchester Die Zarge, sotto la direzione di Bernhard Tluck. A soli 20 anni ha suonato nella leggendaria Carnegie Hall di New York. Sofia è vincitrice assoluta di oltre 50 concorsi Nazionali ed Internazionali come per esempio: Premio Nazionale delle Arti”, Migliore diplomato d’Italia “CASTROCARO CLASSICA” con il quale ha inciso anche un CD per la rivista “SuonareNews”, “GEORGE GEORGESCU” Tulcea, Romania; Concorso Internazionale “SALIERI” -Legnago; Concorso Internazionale “NUOVI ORIZZONTI”; Concorso Internazionale “RIVIERA ETRUSCA”; Concorso internazionale “RIVIERA DELLA VERSILIA”; Concorso Internazionale “ANTONIO ZAMPARO” come la migliore allieva del Conservatorio “O. Vecchi-Tonelli” – Modena; Concorso Internazionale “A. SPINCICH” – Trieste. Plurivincitrice di borsa di studio al Concorso internazionale “Città di Vittorio Veneto” e “Bruno Zanella”(BO) e molti altri. Nonostante la giovane etá, Sofia si è già esibita in tutto il mondo: Auditorium Parco della Musica-Roma; Ravello Festival, Sala Scarlatti- Napoli, Portogruaro Festival, Altolivenza Festival, Istituto Italiano di CulturaParigi, Accademia Chigiana-Siena, Cremona Mondo Musica, Metropolitan- Piombino, Salone degli AffreschiMilano, Tulcea Festival- Romania, Temporary Concert Hall- L’Aquila, Auditorium Museum RevoltellaTrieste, Circolo dei Lettori- Torino, Teatro Alfieri- Castelnuovo di Garfagnana, Società letteraria di VeronaSala Montanari, Società Umanitaria, Gasteig-Carl Orff Saal- Monaco, “La Biennale di Venezia”, Accademia  Filarmonica di Verona.

Sofia suona un Michel Pacherelle del 1780.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl