you reporter

PORTO TOLLE

Barricata spiaggia ecosostenibile

L’ambiente delicato e ancora in via di sviluppo deltizio è diventato un caso studio internazionale

Barricata spiaggia ecosostenibile

La spiaggia Barricata nel Comune di Porto Tolle è stata presentata come caso studio del progetto “Beach Assessment” nel corso della XIII edizione del Forum Compraverde Buygreen tenutosi nei giorni scorsi a Roma. Si tratta di un meeting dedicato a politiche, progetti, beni e servizi di Green Procurement pubblico e privato per discutere le novità legislative e le best practices nazionali e internazionali in materia di acquisti verdi.

Il progetto Beach Assessment il cui responsabile è Davide Precisvalle, è il risultato di un’intensa attività di ricerca scientifica svolta sul tema della sostenibilità della gestione delle spiagge, che ha coinvolto professionisti scientifici, operatori balneari, turisti e cittadini.

Per testare questo protocollo il team scientifico ha scelto proprio la spiaggia di Barricata e nel 2017 ha firmato un accordo d’intesa con l’”Associazione Balneari Barricata e Boccasette Delta del Po” per iniziare le attività di ricerca e sviluppo a contatto con gli operatori balneari di Porto Tolle.

“Tutto è cominciato con la curiosa proposta del team scientifico di diventare caso studio per questo innovativo progetto – spiega Alice Saggia, presidente di “Giovani Spiagge Barricata e Boccasette” che era a Roma per rappresentare i balneari di Porto Tolle - La loro mission prevedeva intenti molto simili a quelli di noi operatori balneari, in termini di impegno e responsabilità etica nei confronti di un territorio tanto attraente quanto fragile come quello del Delta del Po”. “Per noi rappresentava una sfida. Nel corso degli ultimi due anni – continua Alice - sono cambiate molte cose: innanzitutto abbiamo fatto rete costituendoci in consorzio. Abbiamo così potuto confrontarci con le istituzioni locali per presentare sia le criticità che le proposte strategiche emerse durante il processo di indagine da parte del team di ricerca. L’amministrazione di Porto Tolle ha colto il nostro impegno e ci ha aiutato in questo processo di miglioramento”. Dopo la pubblicazione del protocollo, i responsabili del progetto Beach Assessment sono stati invitati a Roma per presentarne i risultati alla presenza del Ministero dell’Ambiente e della Tutele del Territorio e del Mare. “L’organizzazione mondiale del turismo – spiega Donatella Diolaiti, coordinatore scientifico del progetto – ha riconosciuto che gli operatori turistici che gestiscono le loro attività in modo sostenibile sono nettamente in vantaggio rispetto alla concorrenza del mercato. Quanto fatto a Barricata rappresenta il punto di partenza per tracciare un percorso strategico di livello internazionale. A giugno 2019 siamo stati invitati a Louisville, negli Usa, a presentare Beach Assessment al congresso annuale del New Urbanism. Anche li la nostra ricerca ha riscontrato un grande interesse perché la sostenibilità è un tema urgente”. “L’attivazione del caso studio a Barricata è iniziato nel 2017 – spiega Davide Precisvalle, responsabile del progetto Beach Assessment - dopo una lunga campagna di indagine per individuare una spiaggia italiana che potesse avere le caratteristiche per diventare un caso studio. Fra i requisiti era necessario che la spiaggia fosse all’interno di un sito naturale internazionalmente riconosciuto, che fosse soggetta a fenomeni di rischio idrogeologico, che presentasse notevoli criticità di gestione (in particolare forti vincoli ambientali o amministrativi), che avesse una presenza turistica limitata e opportunità di miglioramento. Barricata rappresentava il caso critico ideale”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl