you reporter

POLIZIA LOCALE

Cani liberi, scattano i controlli dei vigili nei parchi

Erika Alberghini: “Manderemo i vigili a multare i proprietari che non usano il guinzaglio e faremo anche tre aree sgambamento”

Cani liberi, scattano i controlli dei vigili nei parchi

22/10/2019 - 19:13

Cane aggredito e ucciso al parco. Una cosa che non dovrà mai più succedere. Sulla vicenda dal piccolo pechinese sbranato da un molosso, pare di razza amstaff, nel parco della Commenda interviene anche l’assessore con delega agli animali del Comune capoluogo Erika Alberghini che, quella zona, la conosce molto bene.

“Ho io stessa paura a frequentare quel parco perché vi sono troppi proprietari di cani che si sentono sicuri dei propri animali e liberano dei cagnoloni nel parco senza guinzaglio e museruola - commenta Alberghini - Lo so che tutti i proprietari di animali pensano che i propri cuccioli o cuccioloni siano dolci e 'coccolosi' ma la verità è che purtroppo ci sono alcune razze di cani che sono più imprevedibili di altre. E bisogna prevenire non aspettare che succedano queste cose. E’ comunque mia intenzione parlare con i vigili urbani e definire insieme al comandante la possibilità di mandare la polizia locale a controllare il rispetto delle regole in quel parco. Non si tratta di repressione, ma solo di controllo perché tutti possano, allo stesso modo, frequentare qual parco”.

L’area verde in questione è quella che si trova nel quartiere commenda est, denominata Parco Cibotto. Una zona molto tranquilla e protetta perché lontana da strade molto trafficate. Una situazione che permette ai proprietari di animali, anche di grossa taglia, di lasciali liberi nel parco visto che, lontani dalla strada, non corrono alcun rischio d’essere investiti.

“Sappiamo benissimo che Rovigo ha bisogno di aree sgambamento cani. Mi sono giunte richieste e anche una interrogazione del consigliere Mattia Moretto – continua l’assessore – Il progetto c’è, ma è solo finito in coda ad altre priorità dei lavori pubblici. A breve, però, lo riprenderemo in mano. Questo prevede la realizzazione di tre aree sgambamento cani in tre parchi della città. Uno è proprio il parco Cibotto, poi c’è mi parco in Tassina e parco Pampanini a San Pio X. Servono spazi protetti che attualmente non esistono per gli amici a quattro zampe”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl