you reporter

Badia Polesine

Zhermack, la solidarietà raddoppia

Sono stati svelati i progetti sociali a cui è stato destinato il ricavato della manifestazione

Zhermack, la solidarietà raddoppia

Con più di 1000 iscritti, la quarta edizione della “Run with Zhermack” segna il record di presenze. L’azienda badiese ha presentato i progetti sociali del territorio a cui è stato destinato il ricavato della manifestazione. Sono stati scelti la “Scuola potenziata”, un progetto realizzato dal Centro territoriale per l’integrazione di Badia Polesine in collaborazione con l’Ulss per rispondere ai bisogni educativi dei bambini in situazione di disabilità medio-grave, e l’associazione “La volanda”, Onlus di promozione sociale con sede a Badia che opera da anni a favore degli svantaggiati e dell’inclusione sociale per le persone diversamente abili.

“Come azienda che opera in questo territorio - ha esordito il general manager Paolo Ambrosini - sentiamo l’esigenza di essere vicini alle necessità e ai bisogni delle persone che vi abitano. Ci impegniamo in particolar modo ad essere un sostegno concreto e continuo per i progetti rivolti al mondo dell’istruzione e dell’inclusione sociale delle fasce più deboli. Ringrazio quindi chi ha partecipato al nostro evento, contribuendo così a raccogliere un cospicuo ricavato che, come gli anni scorsi, non solo devolveremo interamente in beneficenza ma raddoppieremo”.

“L’iniziativa è stata straordinaria – gli ha fatto eco il sindaco Giovanni Rossi – anche noi con la giunta quasi al completo abbiamo deciso partecipare e dare il nostro contributo. Credo che un grande grazie vada rivolto alla comunità di Badia”.

La parola è poi passata al dirigente scolastico del Comprensivo di Badia Amos Golinelli che, affiancato dall’insegnante fautrice della “Scuola potenziata” Lorella Ghiotti e da una mamma di un bambino che usufruisce del servizio, ha ringraziato per il contributo a sostegno dell’iniziativa di cui usufruiscono ben 24 alunni di tutto l’Alto Polesine e sei istituti scolastici appartenenti al Cti. Ringraziamenti anche dalla rappresentanza, capitanata da Ugo Mariano Brasioli, de “La volanda”. Ad ogni progetto è andato un assegno simbolico di 4mila euro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl