you reporter

CENTRO E FRAZIONI

Consulte, slittano le elezioni

L’assessore Irene Sasso: “Serve più tempo, non si voterà più a dicembre ma a gennaio”

Consulte, slittano le elezioni

Si rinnovano le consulte territoriali: al voto tutto il territorio lendinarese domenica 12 gennaio.

I quattro presidenti stanno ora traghettando le realtà locali verso le elezioni: Dario Ongetta, presidente della consulta Capoluogo Sud, Pierluigi Begossi per Rasa-Ramodipalo-Sabbioni, Tiziana Romanato per Valdentro-Treponti-Molinella e Stefano Pegoraro per Saguedo-Campomarzo-Barbuglio. Si voterà quest’anno ancora per tutte le consulte, non solo quelle delle frazioni, storicamente più attive sul territorio, ma anche per quelle del centro.

Questa volta si vedrà se verrà raggiunto il numero minimo di votanti perché non si ripeta quanto accaduto alla precedente turnata di votazioni, quando per il centro città due sezioni su tre (est e ovest) non avevano raggiunto il quorum fissato al 15%.

“Le elezioni si erano pensate inizialmente a dicembre - ha precisato l’assessore delegato Irene Sasso - ma le consulte hanno ritenuto opportuno un po’ di tempo in più per fare le debite valutazioni su chi potrà rendersi di nuovo disponibile o meno, visto che andranno presentate le firme, da un minimo di dieci a un massimo di venticinque. Speriamo che questo tempo in più porti un risultato positivo in termini di partecipazione soprattutto per il centro, perché si possa capire che l’organismo è un tramite più efficace con l’amministrazione comunale rispetto all’intervento di un singolo cittadino”. 

Sulla "Voce" di mercoledì 6 novembre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl