you reporter

Reddito di cittadinanza

Reddito da non lavoro per 2.285

Paragone impietoso: a Benevento il triplo delle domande accolte rispetto al Polesine

Reddito da non lavoro per 2.285

Sono saliti a 2.285, sono i polesani aventi diritto al reddito di cittadinanza, il sussidio attivo da diversi mesi e che assicura un reddito, seppur contenuto, per non fare niente. Cifre che vanno dai 667 redditi da non lavoro di Rovigo ai 4 di Gaiba e Pettorazza.

Sembrano tanti, ma sono un terzo (più o meno) rispetto a quelli di una provincia con un analogo numero di abitanti: Benevento. A dimostrazione di come la distribuzione geografica di questo sussidio ricalchi la distribuzione di povertà, o, per dirla con malizia, la propensione all’assistenzialismo.

L’hanno chiamato sussidio da divano, era stato pensato come forma di assistenza per chi era senza lavoro ma lo stava cercando, si è rivelato solo assistenzialismo, visto che fino ad ora chi ha beneficiato del sussidio il lavoro non l’ha né trovato, né cercato. Anzi non sono ancora del tutto operativi nemmeno gli strumenti pensati per cercarla questa occupazione. Tanto che le polemiche sull’efficacia per il mondo del lavoro su questa misura, fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle, sono sempre più diffuse.

Intanto sono stati resi noti i numeri delle richieste, e concessioni, del reddito di cittadinanza, e pensione di cittadinanza per il mese di ottobre. In Italia sono state accolte 1.020.610 domande (900.283 domande di Reddito di cittadinanza e 120.327 domande di Pensione di cittadinanza). Come negli altri mesi la parte del leone la fanno le regioni meridionali, con la Campania, ad esempio, che ha visto l’accoglimento del quadruplo delle richieste del Veneto.

In Polesine i beneficiari sono 2.285, in aumento rispetto ai mesi precedenti. Ma sono tanti o pochi? Per un confronto si può prendere come metro di paragone una provincia di una regione del sud Italia. Ad esempio Benevento, territorio della Campania con 280mila abitanti, mentre in Polesine i residenti sono 240mila. Province analoghe dal punto di vista demografico. In Polesine i percettori del reddito sono 2.285; a Benevento e provincia 6.344, quasi il triplo (a fronte di meno di 20mila abitanti in più). La sproporzione è quindi evidente. E d’altra parte sono i dati Inps a certificare che le tre regioni nelle quali sono state accolte più domande sono Campania (RdC 177.194, PdC 17.731), Sicilia (RdC 158.675, PdC 17.997) e Puglia (RdC 84.315, PdC 9.474).

A guidare la classifica delle città per numero di domande accolte c’è Napoli con 42.876 domande, a seguire Roma con 37.562, Palermo con 29.698 e Milano con 19.640. Il totale delle domande presentate, invece, ha raggiunto quota 1.555.588.

Analizzando i numeri dei Comuni polesani emerge che rispecchiano grossomodo la proporzione fra domande accolte e numero di residenti.

Il maggior numero di disoccupati “da divano” sono a Rovigo: 667 a fronte di 1.042 domande. Quasi 400 persone quindi ci hanno provato, ma sono stati respinti.

A seguire c’è Adria con 193 percettori di Reddito di cittadinanza. A Porto Viro sono 137, mentre a Occhiobello sono 99 e a Badia 105. A Porto Tolle sono 58 e a Rosolina 51. Restando nel delta A Taglio di Po gli aventi diritto sono stati 70 e 42 ad Ariano Polesine. A Lendinara sono 92 e 54 a Castelmassa, 47 a Trecenta e 42 a Villadose. I numeri più basi nei Comuni con pochi abitanti: 8 percettori di reddito senza lavoro a Calto, 7 a Villamarzana e Guarda Veneta, 5 a Frassinelle, e 4 a Gaiba e Pettorazza, fanalino di coda della classifica provinciale.

Il ministro del lavoro e politiche sociali, Nunzia Catalfo, ha rimarcato che va avanti l’attivazione dei percorsi di reinserimento lavorativo, a cui i percettori del Reddito sono chiamati. La cosiddetta fase due che, ammette, è “la più complessa, ma paghiamo un ritardo ventennale” sulle politiche attive.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl