you reporter

L’INIZIATIVA

Sette giorni di cultura e ambiente

Convegni, presentazione di libri e visite guidate in un programma fitto che parlerà anche di territorio

Sette giorni di cultura e ambiente

La settimana dei beni culturali e dell'ambiente

ROVIGO - Il programma della 25esima settimana dei Beni Culturali e Ambientali in Polesine, dedicata quest’anno ai "Paesaggi tra le rive dei Grandi Fiumi", è stato presentato nel Salone d'Onore di Palazzo Nodari ieri mattina dal Coordinatore del Comitato Marco Chinaglia, assieme al vice Giovanni Casarotto e alla segretaria Sara Caraccio, con intervento del vicesindaco ed assessore alla cultura del capoluogo Roberto Tovo ed una rappresentanza degli enti coinvolti nell'iniziativa.

Un traguardo importante per il comitato, organizzatore della 25esima edizione della settimana, che si avvia a compiere un quarto di secolo. “Il Comitato permanente per la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali in Polesine – come ha ricordato il coordinatore in esordio – è un gruppo di lavoro spontaneo e aperto, nato nel 1994 per libera iniziativa di alcune istituzioni della provincia di Rovigo. Oggi il comitato permanente, contando sul volontariato, annovera circa quaranta soci tra comuni, biblioteche, associazioni culturali ed istituzioni scolastiche del territorio; presente sulle pagine social (Facebook e sito internet), oltre all’organizzazione annuale della settimana dei beni culturali e ambientali, si occupa di altri progetti, tra cui la prossima schedatura del patrimonio culturale in merito alla sua accessibilità”.

La XXV settimana si svolgerà da venerdì 29 novembre a domenica 8 dicembre, per un totale di 19 eventi in sette centri della Provincia (Rovigo, San Bellino, Ficarolo, Lendinara, Fratta Polesine, Badia Polesine e Bergantino). Dedicata al tema ambientale, risponde ad un’emergente sensibilità su una questione di grande attualità, anche tra i giovani, focalizzando l’attenzione sul paesaggio inteso come valorizzazione del rapporto uomo-ambiente, oggi più che mai da tutelare, soprattutto per il nostro territorio, caratterizzato da una fragilità, in cui l’acqua è protagonista. Nel corso della “lunga” settimana, si parlerà dunque del fondamentale ruolo dei consorzi di bonifica – nell’evento di apertura al Liceo Scientifico Paleocapa, domani, alle 9 -, della salvaguardia del patrimonio boschivo e della biodiversità, di storiche presenze garibaldine e di giostre. Insieme a ripetuti itinerari nei due weekend – al Museo dei Grandi Fiumi e al Manegium di Fratta Polesine, tra viaggi archeologici e percorsi medievali -, non mancheranno presentazioni di volumi inediti (come quello sull’abitato di Frattesina a cura del Cpssae o un romanzo storico sul Delta del Po “L’argine racconta” di Gianni Vidali) e la suggestione della fotografia (iniziativa della Barbujani ed una mostra fotografica a Villa Giglioli di Ficarolo). Per il programma in dettaglio, consultare le pagine social e il sito http://www.comitato-beniculturalieambientali-polesine.it.

R. B.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl