you reporter

Lavoro

Pickeristi e carrellisti, gettonati per Amazon

Il presidente dei consulenti del lavoro: “Curricula ben scritti, foto sobrie e fateli rileggere da esperti”

Pickeristi e carrellisti, gettonati per Amazon

Avete abilità o esperienze pregresse come magazzinieri, pickeristi (figure legate al carico e scarico e sistemazione merci), carrellisti? Potete già scaldare i motori e preparare il curriculum, perché a occhio e croce sono le prime figure che il colosso del commercio online cercherà per il nuovo quartier generale di Castelguglielmo.

Ancora nel mercato delle agenzie interinali non si ha notizia che Amazon stia effettivamente cercando o si sia affidata a un service per il recruiting nel nuovo centro di smistamento. “In genere sono figure di magazzino e legate alla logistica quelle richieste - spiega un’addetta ai lavori - figure basiche e giovani da introdurre nella produzione o che abbiano lavorato in fabbrica. Probabilmente richiederanno flessibilità negli orari e disponibilità alle turnazioni che impattano anche sulla fascia serale se non notturna”.

Tra le figure più specializzate, ci sono anche i carrellisti, che sappiano usare il muletto, ma che abbiano anche dimestichezza con Internet. “In questi magazzini lavorano con i palmari, dove vengono caricati i vari ordini e come in un supermercato devono girare sulle corsie e prelevare o sistemare gli ordini”, spiega ancora l’impiegata dell’agenzia interinale.

Il profilo richiesto, dunque, è relativo a giovani, ragazzi e ragazze, flessibili e disponibili ai turni, ma anche donne che hanno lavorato nel confezionamento.

Non sono escluse, però, le figure più impiegatizie per il caricamento degli ordini e la gestione contabile.

I contratti - tema che preoccupa i sindacati - sono da addetto alla movimentazione. “Variano molto - precisa l’esperta - ma abbiamo visto part time da 30 ore, a settimana dal lunedì al mercoledì, con disponibilità anche la domenica, a 7,80 euro lordi all’ora”.

Qualche consiglio su come compilare un curriculum lo dà il presidente dell’ordine dei consulenti del lavoro di Rovigo Francesco Pulga: “Spesso nelle scuole spieghiamo innanzitutto di rivolgersi a un professionista per farsi aiutare a compilare un curriculum. Bisogna usare un italiano corretto e questa che sembra un’ovvietà non lo è. Elencare le esperienze dalla più recente alle pregresse, puntando su quelle più aderenti ai profili richiesti. Inserire una foto sobria, non selfie, ma tipo fototessera. In poche riche dobbiamo far capire chi siamo”. 

Il servizio completo oggi 30 novembre sulla Voce di Rovigo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl