you reporter

CORBOLA

In 160 per il Ringraziamento: “Preservate il nostro Delta”

L’appello del primo cittadino agli agricoltori: “I cambiamenti climatici stanno mettendo in discussione l’assetto del territorio”.

In 160 per il Ringraziamento: “Preservate il nostro Delta”

In 160 per festeggiare il Ringraziamento nella chiesa parrocchiale di Corbola. La manifestazione è stata organizzata dalla Coldiretti in collaborazione con la Pro loco e l’Auser di Corbola.

La cerimonia religiosa è stata celebrata da don Rossano. Poi, l’evento è proseguito con musica e giochi per i bambini, e una lotteria per i più grandi. Presenti per l’occasione anche il sindaco Michele Domeneghetti e l’amministrazione comunale. “Ringrazio Coldiretti per l’invito - ha detto il sindaco - si tratta di una festa semplice, che nasce dall’onesta, profonda e intima devozione alla terra, ai doni di Dio che attraverso la natura e la pratica del coltivare ci permette di trarre quotidiano sostentamento”.

“In questa occasione - ha aggiunto - non posso non pensare alle parole scambiate nei tanti incontri fatti con gli amici agricoltori e agli auspici riguardo i lavori di manutenzione che le nostre terre richiedono e che, se trascurate, porteranno inevitabilmente non solo al mal funzionamento dei fondi asserviti ma anche al danno ai manufatti pubblici che ad essi sono connessi e che tutti noi usiamo nella quotidianità”.

Domeneghetti ha ricordato anche la fragilità del territorio del Delta del Po, dove la costante opera di bonifica, seppur silente e quasi impercettibile, è imprescindibile. “Le recenti avvisaglie climatiche, come le sempre più frequenti ed abbondanti piogge - ha detto ancora - stanno mettono sempre più in discussione gli assetti territoriali esistenti e ci spingono ad essere sempre più rigorosi nel curare a manutenere il nostro territorio. Per questo l’opera di bonifica va tenuta in somma considerazione come vanno rispettate le indicazioni per mantenere funzionale il sistema irriguo e di scolo. Invito i molti amici agricoltori di buon senso ad intercedere con i più ostinati e invito tutti, in questo cammino di crescita e di esercizio civile, nel riconosce le priorità collettive da preservare”. Alla fine della cerimonia il gruppo si è trasferito al palazzetto comunale per un pranzo conviviale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl