you reporter

LA POLEMICA

“Parco, un’occupazione leghista”

Azzalin insorge sulle nomine

“Parco, un’occupazione leghista”

Il Pd alza la voce contro quella che definisce “l’occupazione leghista”. E’ questa la definizione che arriva dal consigliere regionale del Pd Graziano Azzalin, dopo la nomina di Moreno Gasparini, sindaco di Loreo, a presidente del Parco.

“Si sono persi due anni - il commento di Azzalin - e sugli obiettivi dell’ente, ovvero tutelare la biodiversità e produrre opportunità per il territorio, siamo ancora più indietro. E questo è il fatto più grave: si sono espropriate le comunità delle proprie competenze e facoltà decisionali con un accentramento veneziano mai visto, senza produrre il minimo risultato”.

Azzalin dice che “abbiamo denunciato in tempi non sospetti come i Parchi fossero diventati l’ennesimo territorio di conquista della Lega, un’altra occupazione delle poltrone per gli amici degli amici. Nel caso del Delta - dice, ricordando che i sindaci avevano espresso il nome di Maura Veronese come candidata alla guida del Parco - si è ignorato completamente le proposte che venivano dalle rappresentanze del territorio sia per il cda che per la presidenza del Parco, la responsabilità per le nomine è esclusivamente del presidente Zaia”, conclude il consigliere regionale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl