you reporter

LA MAXI INDAGINE

Eroina, tra i giovanissimi è boom

Intanto, slitta l’interrogatorio dei due nigeriani accusato di spacciarla in pieno centro

Eroina, tra i giovanissimi è boom

L’ordinanza con la quale il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Rovigo ha disposto, a loro carico, la custodia cautelare in carcere, è scritta in italiano. Lingua che i due nigeriani assicurano, a quanto pare, di non comprendere in misura sufficiente a leggere le accuse a loro carico. Per quanto, secondo le indagini della squadra mobile, non vi fossero, al contrario, difficoltà comunicative insormontabili quanto si trattava di spacciare eroina in pieno centro a Rovigo, a giovani, giovanissimi e persino minori.

E’ per questo che, nella mattinata, è stato rinviato l’interrogatorio di garanzia che era stato previsto di fronte al giudice Silvia Varotto, lo stesso magistrato che, raccogliendo la richiesta della Procura, nella persona del sostituto Ermindo Mamucci, aveva disposto la misura cautelare.

I due nigeriani, per quanto siano gli unici a essere stati arrestati, non sono assolutamente gli unici coinvolti nella grossa indagine portata avanti dal personale della squadra mobile, guidato dal commissario capo Gianluca Gentiluomo. In tutto gli indagati le cui abitazioni sono state perquisite dagli investigatori sono dieci, tra nigeriani, albanesi, tunisini, algerini.

Non si tratta di un unico gruppo, ma di varie, piccole realtà, che però, almeno secondo le contestazioni, avrebbero creato una zona franca, nel centro città, dove era possibile acquistare principalmente eroina, ma anche cocaina e marijuana. Centinaia i clienti che sono stati ascoltati dal personale della mobile, come detto anche minorenni.

A destare allarme è la crescente diffusione dell’eroina, che si diffonde per due motivi: in primo luogo per il costo, assolutamente concorrenziale rispetto a quello della cocaina, particolare davvero non secondario quando gli acquirenti sono ragazzi che ancora non lavorano; il secondo è l’effetto, descritto come molto più intenso rispetto a quello degli altri stupefacenti.

Purtroppo, questo aspetto costituisce anche una trappola micidiale, dal momento che l’eroina genera una dipendenza dalla quale è difficilissimo liberarsi. Purtroppo, nell’ultimo periodo, la conferma di un aumento del consumo di questa droga è arrivata da numerose indagini, che non lasciano, davvero, dubbi in merito.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Lorybull

    07 Dicembre 2019 - 07:07

    .... ma senti ... non capiscono l'italiano , quindi il processo slitta .... ci avrei giurato ... e ... quando spacciavano o facevano affari con altri come facevano ... ??? con il "traduttore simultaneo", che si acquista su Amazon .... ??? .... only in italy ..., come dice Benigni .... !!!

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl