you reporter

IL PROGETTO

All’Istituto Agrario sorgerà un golf club

Accordo fatto con la scuola e con la Provincia, realizzazione divisa in due stralci

All’Istituto Agrario sorgerà un golf club

Un campo da Golf, con strutture annesse, che sarà realizzato nei terreni dell’Itas Munerati di Sant’Apollinare, l’istituto agrario, a sua volta facente parte dell’Itis Viola Marchesini. Una realizzazione che si inserisce in un progetto tradotto in un accordo preliminare tra Itas, Provincia di Rovigo, soggetto proprietario del complesso scolastico, e il Golf Club Rovigo, ossia la realtà che da anni si occupa di questo sport in città.

“La scuola - si legge nel carteggio - nell’ambito di una visione allargata della propria attività didattica, con intento di ricerca e innovazione, intende procedere ad attività sperimentali per la produzione di tappeti erbosi, finalizzati a impianti sportivi, il tutto all’interno di un percorso allargato di orientamento e di formazione curricolare degli studenti”.

Da parte sua, prosegue la documentazione che correda il progetto, la “Associazione Sportiva Golf Club Rovigo è interessata a partecipare al progetto come partner tecnico per una successiva possibile gestione e promozione dell’attività dalla suddetta svolta”.

In altri termini: qualora dalla sperimentazione dovessero arrivare risultati positivi, il Golf Club Rovigo sarebbe estremamente interessato a gestire il campo da gioco che, in questo modo, verrebbe realizzato.

Il presidente della Provincia, nei giorni scorsi, ha deciso di approvare la bozza di accordo preliminare messa a punto per i tre futuri contraenti, che disciplina vari aspetti della realizzazione e della conduzione della futura superficie per uso sportivo. I lavori, a quanto emerge dalla documentazione, dovrebbero essere realizzati in due distinti stralci.

Il primo prevede che la scuola metta a disposizione, nel fondo Ca’ Rangon di via Sinesio Cappello, a Sant’Apollinare, del quale è proprietaria, una superficie di circa 15mila metri quadrati e che si proceda alla semina del manto erboso. Il costo del seme sarà ripartito a metà tra Viola Marchesini e Golf Club, mentre i costi di semina saranno a carico dell’azienda agraria del Munerati.

Successivamente, nel secondo stralcio, verranno messi a disposizione, dal Munerati, altri 20mila metri quadrati di terreno libero da fabbricati. Qui, secondo modalità da definire in seguito, potranno sorgere strutture coperte e scoperte, ricoveri attrezzi, servizi, impianti di irrigazione. Tutto quello che serve, insomma, a corredo di un campo da golf, al di là del green e delle buche. Le utenze saranno a carico del Golf club Rovigo, che, secondo questo schema, in cambio della gestione verserà un contributo economico al Viola Marchesini. Per i primi due anni verrà versato un contributo economico di 3mila euro annui, mentre, a partire dal terzo anno, il contributo diverrà stabilmente di 5mila euro.

Per quanto concerne i tempi di realizzazione, questi davvero non appaiono troppo lunghi: non appena sottoscritto l’accordo, infatti, il Viola Marchesini dovrebbe prenotare i semi necessari a portare avanti il progetto, partendo quindi con la realizzazione del primo stralcio.

La convenzione entrerà in vigore il 1° gennaio del 2020 e avrà una durata di cinque anni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl