you reporter

OCCHIOBELLO

Luci, Coizzi “paghino i negozianti”

Commercianti indignati per le luminarie perché l’Eridania quest’anno rimane “spenta”

Luci, Coizzi “paghino i negozianti”

Il caso luminarie scalda ancora il dibattito e gli animi a Occhiobello dove il Comune ha deciso di non finanziarie le luci natalizie sulla strada commerciale che collega Santa Maria Maddalena e Occhiobello. “In centro e nelle frazioni abbiamo speso 5mila euro, quelli che siamo riusciti a recuperare - spiega il sindaco Sondra Coizzi - per i centri e le frazioni. Ma come succede in tutte le città del mondo i commercianti si possono organizzare con le loro luminarie. Ora per questa decisione ricevo cattiverie pazzesche e minacce gravi, persino”.

Il sindaco sulla questione è comunque risoluto: “L’anno scorso anno per le luminarie il Comune ha speso 14mila euro. Ecco 14mila euro mi sembrano tantini quando ci sono i banchi delle scuole vecchi di 40 anni. I soldi dei cittadini e della comunità non li spendo così per 20 giorni di luminarie. I signori che mi hanno preceduto, hanno lasciato un bilancio per cui i soldi non c’erano”.

E conclude: “La nostra filosofia, la mia filosofia è che bisogna spendere soldi per cose tangibili per i cittadini. Le luminarie a Natale sono soldi buttati, per far vedere che si è più ricchi di quelli che si è. La mia coscienza mi dice di dare servizi ai cittadini. L’anno prossimo i soldi recuperati li uso per i banchi a scuola o per piantere alberi. Per questo ci chiamiamo CambiamOcchiobello”.

Eppure in tanti hanno criticato questa scelta, proprio per il fatto che sottolinea la crisi economica che ha reso più oculati i residenti e i passanti. E non attira certo compratori per far girare l’economia. Mario Donegà, titolare di un bar di via Eridania, ha scritto una lettera pubblica: “Quest’anno da noi Babbo Natale non passa perché vedrà tutte le luci spente – sottolinea – Cedo che sia un grandissimo errore non addobbare a festa la via più trafficata e commerciale del Comune.

Durante questo periodo la gente ha bisogno di armonia, di colori, luci e tanta voglia di sorridere. Fa bene alla gente e fa bene al commercio locale. Erano anni che non si vedeva un buio del genere lungo la strada, un’era commerciale così spenta”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Amazon continua a cercare lavoratori
CASTELGUGLIELMO E SAN BELLINO

Amazon continua a cercare lavoratori

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl