you reporter

TRECENTA

Sul palco per salvare l'ospedale dei bimbi

"Notte di note", al teatro Martini, è uno strepitoso successo

Una splendida serata musicale, ma non solo: non sono infatti mancati i momenti informativi, per fare capire per quale motivo sia fondamentale che rimanga aperto e pienamente operativo l’istituto Pio XII di Misurina, centro specializzato e di eccellenza nella cura in montagna delle malattie respiratorie dei bambini. Non è scontato: nei mesi scorsi, infatti, l’ipotesi di chiusura era apparsa ben più di una remota possibilità.

E’ proprio per questo che le associazioni del territorio, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, si sono unite per organizzare una serata che ha visto protagonisti i soprani Tiziana Faccio e Giorgia Mercurio, il tenore Andrea Cioetto e il baritono Massimo Concon. Ad accompagnare i cantanti Daniela Visentin alla viola e Cristiano Zanellato al pianoforte, con la partecipazione di Alex Rapa.

Durante la serata hanno preso la parola anche i medici dell’istituto di Misurina, per il quale la gestione aveva avanzato l’ipotesi di chiusura. A monte di tutto, ci sarebbero i costi di gestione della struttura. A scongiurare questo esito, la Regione del Veneto, che da parte sua è entrata pesantemente in gioco con un investimento da 3 milioni di euro. Hanno spiegato cosa fanno, ogni giorno, con passione e dedizione, e per quale motivo sia importante che possano continuare a farlo.

Durante la serata, inoltre, il programma prevedeva la proposta di una raccolta fondi per Vittoria, una bambina di 9 mesi malata. Dal momento che il papà di Vittoria è originario di Trecenta, le associazioni organizzatrici hanno pensato, in questa serata dedicata ai bambini, di sostenere i genitori di Vittoria. A presentare la serata, Franco Spoladori, che si è fatto protagonista della grandissima voglia del paese, del territorio e delle associazioni, di esserci e di lanciare un messaggio importante.

Per fare capire, a chi di dovere, che la realtà di Misurina è estremamente importante e, per tanti bimbi e per tante famiglie, può davvero fare la differenza. Non è mancato il pieno sostegno dell’amministrazione comunale, per quanto il sindaco Antonio Laruccia non potesse essere presente di persona, causa la concomitante organizzazione, a Bosaro, dello spettacolo che ha visto vari sindaci del Polesine improvvisarsi cantanti per la raccolta fondi destinata ai pescatori di Scardovari, messi in ginocchio dal maltempo.

Tornando a Trecenta, sul palco del teatro Martini, si sono succedute varie esibizioni, snelle ma appassionanti, romanze e arie notissime inframezzate dalle performance, applauditissime, dei talenti del paese. Una splendida serata per una splendida causa, che ha onore al paese di Trecenta e alla sua gente, non nuova a impegnarsi in prima persona quando c’è qualcosa di importante da proteggere.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl