you reporter

IL GIALLO

Samira, la tv sulle tracce del marito

Il procuratore Ruberto: “Indizi non convergenti. Il problema è che manca la donna o il suo corpo”

Samira, la tv sulle tracce del marito

11/01/2020 - 19:17

Anche Quarto Grado, nella puntata di venerdì scorso su Rete4, con Gianluigi Nuzzi alla conduzione, ha parlato del caso della scomparsa di Samira El Attar, la mamma di Stanghella di cui non si hanno più notizie dal 21 ottobre scorso.

Il programma è partito dallo strano viaggio del Marito Mohamed Barbri, fuggito verso la Spagna e indagato per l’omicidio della moglie: il viaggio da Padova verso Barcellona con la compagnia Flixbus e il passaggio dalle frontiere della Francia e della Spagna.

Il giorno prima di allontanarsi in bicicletta verso Monselice, dove ha preso il pullman che lo ha successivamente portato a Barcellona, Mohamed è stato immortalato da alcune telecamere di videosorveglianza mentre percorreva in bicicletta lo stesso tratto. Come a voler studiare la sua fuga.

L’inviata di Quarto Grado è arrivata fino a Barcellona sulle tracce del marito di Samira. Inoltre Mohamed aveva chiesto al cugino, 100 euro, il 31 dicembre, e il biglietto del bus per Barcellona costa 109 euro. Le telecamere, inoltre, hanno ripreso l’uomo in bicicletta qualche giorno prima, mentre faceva uno strano percorso, da Stanghella a Monselice, dove avrebbe preso il treno per Barcellona.

Alla trasmissione ha partecipato anche la madre di Samira, Malika, arrivata il 23 dicembre per cercare la figlia, che Khalid, fratello di Mohamed, raggiunto telefonicamente da Quarto Grado, ha detto: “Se lui ha fatto qualcosa deve pagare. Il suo cellulare è chiuso, abbiamo provato a chiamare ma non ha risposto. Non sappiamo perché è andato via. L’ultima volta che è venuto in Marocco è stato nel 2017 con la moglie e la bambina”.

Quello che emerge dalle parole dei parenti di Samira è che la donna e l’uomo avevano un rapporto molto litigioso e conflittuale. La mamma di Samira è convinta che sua figlia non avrebbe mai lasciato sola la bambina.

Anche il procuratore capo di Rovigo, Carmelo Ruberto, è stato intervistato, come già in passato dalla trasmissione “Chi l’ha visto”. Ruberto ha spiegato che: “Per capire l’ultimo passaggio bisogna partire dall’inizio: una persona, Samira, è scomparsa e se ne sono perse le tracce. Sono emersi degli indizi nei confronti del marito come possibile autore dell’omicidio della moglie ma questi non hanno mai raggiunto quel livello di gravità tale da consentire l’adozione di provvedimenti coercitivi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl