you reporter

Economia

Amazon è in arrivo, e tutt’attorno?

I sindacati chiedono un incontro con i sindaci: “Attenzione a trasporti, immobili e servizi”

Amazon è in arrivo, e tutt’attorno?

Il nuovo quartier generale di Amazon

Bene l’arrivo di oltre mille posti di lavoro, ma attenzione all’impatto che l’apertura del grande magazzino Amazon potrebbe avere sul territorio. Alcuni parlano infatti di possibile “sconvolgimento”, in senso non necessariamente negativo, ovviamente, del territorio. E i responsabili di Cgil, Cisl e Uil chiedono che questa grande operazione possa essere “governata e non lasciata a briglie totalmente sciolte” e per questo presto sarà chiesto un vertice ai sindaci dei Comuni direttamente interessati, Castelguglielmo e San Bellino.

“Vogliamo capire - spiega Pieralberto Colombo, segretario polesano della Cgil - come le istituzioni intendono governare la serie di processi e ricadute che si verranno a creare con l’apertura del magazzino Amazon, che, ricordiamo diventerà da subito il più grande polmone occupazionale privato della provincia”. I numeri non sono ancora ufficiali ma si parla di oltre mille posti di lavoro all’apertura, nei prossimi mesi, del centro di stoccaggio, ma in grado di aumentare di parecchie centinaia tra fissi e interinali, nei mesi successivi. “Per non parlare dell’indotto - aggiunge Riccardo Dal Lago, della Uil - dato che dal punto di vista dei servizi e dei trasporti, ci saranno importanti ricadute”.

Il tema dell’impatto sociale, quindi, è avvertito ma non ancora del tutto definito. “Premetto - dice Colombo - che il fatto di avere oltre mille posti di lavoro è più che positivo. E questo è indubbio. Non possiamo però non interrogarci sul tipo di contratti che si verranno a cerare, quanti saranno a tempo indeterminato e quanti interinali?”. “E non è una differenziazione da poco - aggiunge Dal Lago - perché da questi numeri dipenderà anche quante persone potranno decidere di stabilirsi in Polesine. E quindi quanti cercheranno casa, un alloggio. Il circondario è in grado di rispondere a questa esigenza? E in caso di risposta non subito adeguata alla domanda ci sarà il rischio di un aumento del valore degli alloggi in vendita o in affitto? Al momento io non so dare una simile risposta, e se guardiamo quello che è successo in altri territori ci sono risultanze differenti, ma un centro Amazon così grande non so quanto mai lo si è visto. Ecco perché di queste cose è giusto parlarne con le istituzioni locali”.

“E la viabilità? - Continua Colombo - temo che a monte dell’intera operazione il tema non sia stato risolto. E’ vero che ci sono le grandi infrastrutture della Transpolesana e degli accessi autostradali su A13 e Valdastico, ma su queste direttrici arriveranno centinaia di mezzi al giorno, sia furgoni per trasportare le merci, sia le auto private dei pendolari. Inoltre la rete del trasporto pubblico è adeguata? Perché se è vero che i dipendenti fissi potranno cercare casa, è altrettanto vero che quelli a termine preferiranno fare il pendolare. Il trasporto pubblico è in grado di sostenere tutto questo? Gli stessi collegamenti stradali con le province limitrofe vedranno un aumento dei volumi di traffico perché molti lavoratori saranno da fuori Polesine”.

Il servizio completo sulla Voce di Rovigo di oggi 14 gennaio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl