you reporter

Badia Polesine

I polentari approdano in Rai

Cena per celebrare i due anni della Confraternita, invitata ai "Soliti ignoti".

I polentari approdano in Rai

22/01/2020 - 17:10

La Venerabile confraternita della polenta di Villa d’Adige spegne due candeline e si prepara agli impegni del 2020, senza escludere un’ospitata al programma “I soliti ignoti”.

Il sodalizio nato esattamente due anni fa, si è ritrovato all’agriturismo Le Clementine per un’assemblea conviviale che è servita a riaffermare la propria identità culturale e tracciare le linee guida per il prossimo futuro. “L’aspetto più rilevante della Confraternita, ha ricordato il presidente Ivo Romanini - è la valorizzazione del nostro territorio e delle sue eccellenze, attraverso il recupero della conoscenza storica del mais e della polenta tra Adige e Po”.

La prima coltura di granoturco in campo aperto documentata in Italia è avvenuta nel 1554 a Villabona, nonché a Villa d’Adige. “Basterebbe questo primato per renderci orgogliosi della nostra terra, che però offre anche molto altro” ha continuato. Quanto alla sua mission, la Confraternita ha preso in esame la possibilità di coltivare un tipo di mais che meglio si adatti alle condizioni ambientali locali e, grazie alla collaborazione con Paolo Valoti del Crea che ha donato sei qualità di ibridi, nel giugno scorso ha iniziato una sperimentazione agronomica tuttora in corso.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl