you reporter

Reddito di cittadinanza

Stare in divano ci costa una follia

In Veneto quasi 300 milioni di euro spesi per 1.215 posti di lavoro. In Polesine 21,6 milioni per 89

Stare in divano ci costa una follia

Sono 28.763 i beneficiari del reddito di cittadinanza che hanno trovato un lavoro: si tratta appena dell’1,17% del totale delle persone che usufruiscono del sussidio (2.451.953 italiani), percentuale che sale al 3,63% se si considerano esclusivamente le persone ritenute occupabili (poco più di 791mila). Lo attestano i numeri forniti a fine 2019 da Anpal Servizi, l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro, dai quale traspare come solo un terzo dei beneficiari sia tenuto al “patto per il lavoro” e come una percentuale esiguissima di questo terzo l’abbia effettivamente trovato sin qui.

Fabbrica Padova, centro studi di Confapi, ha analizzato nello specifico la situazione in Veneto. Ebbene, in regione le domande di accesso al reddito di cittadinanza accolte riguardano 32.488 nuclei familiari, interessando 63.968 persone, il 2,6% del totale del Paese. E, di queste domande accolte, 1.189 sono sfociate in un impiego da parte dei beneficiari, vale a dire l’1,85% del totale, una percentuale leggermente più alta rispetto al dato nazionale.

Intanto i percettori del reddito di cittadinanza in Italia ricevono dallo Stato una media di 493 euro ciascuno, mentre in Veneto 100 di meno, 393 euro. E’ la Campania la regione con la media più alta, 567 euro a testa al mese. In Trentino Alto Adige il più basso, 363 euro. Guardando le province, quella di Rovigo è la regina in Veneto: 419,4 euro a ciascun richiedente, oltre 25 euro maggiore della media regionale. La provincia dove i percettori del reddito di cittadinanza incassano di più è Napoli con 594 euro al mese, seguita da Palermo con 589 euro. Meno di 370 euro, invece, a Trieste, Gorizia, Belluno, Venezia e Trento, provincia, quest’ultima, dove è il più basso d’Italia: 360 euro.

Cosa dicono i numeri delle domande nelle province venete? Partendo da Rovigo (con i dati aggiornati al 7 gennaio leggermente difformi da quelli sui quali ha lavorato Confapi Padova), le domande presentate in totale per accedere al reddito di cittadinanza sono state 3.973, quelle accolte 2.370 ovvero il 59,7%. Il numero di polesani coinvolti è 4.816 di 2.250 nuclei. Ogni mille abitanti 16,1 hanno fatto domanda di reddito di cittadinanza e a 10,1 è stata accolta. Prendendo la percentuale veneta di impiegati provenienti dall’Rdc, l’1,85% come sottolineato dallo studio commissionato da Confapi a Fabbrica Padova, in provincia di Rovigo 89 persone circa dovrebbero aver trovato lavoro. Secondo il calcolo di Confapi che prevede 242mila euro per ciascun posto di lavoro trovato - rispetto ai 7 miliardi scarsi investiti per il reddito di cittadinanza - in Polesine per garantire il posto a 89 persone lo Stato ha speso circa 21 milioni e 538mila euro.

Se ci si sposta a Padova, dei 13.438 coinvolti dal reddito di cittadinanza, in 249 hanno trovato lavoro: costo di 60 milioni e 258mila euro. A Verona su 14.147 gli impiegati sono 262 al costo di 63 milioni 404mila euro. Venezia, 11.870 persone coinvolte e 220 hanno trovato lavoro e lo Stato ci ha messo 53 milioni e 240mila euro. In provincia di Vicenza le persone che sono in nuclei percettori del reddito di cittadinanza sono 9.940, 184 di loro dovrebbero aver trovato occupazione al costo di 44 milioni e 528mila euro. A Treviso dei 9.873 in famiglie con l’Rdc 183 ora sarebbero impiegati: 44 milioni e 286mila euro il costo totale. Resta Belluno, dove dei 1.574 destinatari in famiglie con Reddito di cittadinanza, 29 i fortunati a trovare un lavoro per un costo di 7 milioni e 18mila euro. In totale 65.658 veneti in nuclei familiari con il reddito di cittadinanza dei quali 1.215 con un nuovo lavoro: alle casse dello Stato sono costati 294 milioni e 30mila euro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl