you reporter

Cavarzere

“Tommasi ha cambiato la città? Sì, in peggio”

“Niente fusione con Cona, degrado, poca sicurezza e assenza ai tavoli che contano”

“Tommasi ha cambiato la città? Sì, in peggio”

 “Una cosa ha detto correttamente il sindaco Tommasi: da quattro anni a questa parte Cavarzere è cambiata in modo evidente. Per lui in meglio, per i cavarzerani in peggio”.

Il capogruppo della Lega, Pierfrancesco Munari, riprende il recente bilancio di questi quattro anni di attività amministrativa del primo cittadino Henri Tommasi, e lo ribalta.

“Le sue dichiarazioni - riprende Munari - hanno lasciato esterrefatta la comunità cavarzerana confermando ancora una volta come non abbiano una percezione reale della città e del malumore degli abitanti”.

“Posso fare qualche esempio tra i tanti - prosegue - parliamo di sicurezza, uno dei cavalli di battaglia della Lega, per la quale non è stato fatto nulla, nonostante tutti i progetti che, insieme al gruppo consigliare, abbiamo cercato di portare avanti. Non sono mai stati presi in considerazione, ma soprattutto non c’è stato alcunché di alternativo per cercare di risolvere un problema che non è della Lega, ma di tutti i cittadini cavarzerani”.

“Vogliamo poi parlare dell’assenteismo inqualificabile del sindaco Tommasi e dei suoi assessori ai tavoli istituzionali? - prosegue - a partire da quello più importante per Cavarzere, quello che si era incardinato per la fusione con Cona. Tre anni fa ricordo ancora le sue parole attendiste in vista di un confronto che mai c’è stato. Sulla Romea Commerciale ancora peggio: né il sindaco né l’assessore Cinzia Frezzato sono riusciti a incidere e non meravigliamoci se, quando verranno prese decisioni, noi dovremo ancora subirle”.

Un altro tema sul quale Munari mette l’accento è quello dell’emigrazione. “Il dato è drammatico - le sue parole - da Cavarzere nel 2019 quasi 300 se ne sono andate per abitare altrove, una emorragia che non si ferma proprio alla luce della mancanza di investimenti in infrastrutture e servizi dell’amministrazione di Tommasi. Del resto, basta guardarsi attorno: strade ridotte un colabrodo per le quali si interviene con asfalto a freddo, un palliativo che fa solo peggio. E i lavori pubblici non decollano”.

“E poco importa se Tommasi dice che non ha messo le mani in tasca ai cittadini, ci mancherebbe pure quello - attacca Munari - senza aver speso un Euro per il nostro comune, avrei voluto vedere la motivazione per la quale avrebbe dovuto alzare le tasse. Quello che serve è, invece, l’esatto opposto, che non significa alzare le tasse, ma iniziare a investire seriamente sul nostro territorio. E la soluzione è sempre la stessa, quella che da tre anni continuiamo a sostenere: la fusione”.

“Mi appello poi ai cavarzerani, che in questi ultimi quattro anni, senza dimenticare la pessima esperienza dei cinque precedenti - conclude Munari - hanno visto come Tommasi e la sua maggioranza siano riusciti a ridurre la nostra città: non lasciatevi incantare se vedrete in pochi mesi aprire cantieri, saranno le ‘marchette’ che Tommasi farà per spingere in rampa di lancio il suo successore, uno della sua attuale giunta magari. Non dimentichiamoci il degrado che sta lasciando e la noncuranza per i problemi di Cavarzere: quel poco che verrà fatto da Tommasi in questo anno, se verrà fatto, sarà fumo negli occhi, e non la visione reale del suo fallimentare mandato”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl