you reporter

BARICETTA

I civici rompono con il comitato

Le tre liste di maggioranza: “Distorcono la realtà e dimenticano quanto fatto”.

I civici rompono con il comitato

Scontro frontale tra “civici” e comitato La Matita di Teresa sulle politiche scolastiche per Baricetta. Secondo le liste Ibc, Siamo Adria e Adria Civica, il gruppo “ha scelto di salire sul pulpito per sfoggiare l’indice accusatore distorcendo in modo scorretto la realtà e dimenticando cosa è stato fatto in un anno e mezzo di amministrazione dal sindaco Omar Barbierato, dal consigliere Graziella Bovolenta e da noi. Un comportamento poco costruttivo e dannoso per tutta la comunità, quello del comitato di Baricetta”.

I civici, infatti, rivendicano che “è stato il sindaco a proporre i pulmini verso Baricetta, e la Bovolenta a inviare lettere informative alle famiglie interessate. I due rappresentanti sono stati quindi presenti ad un incontro specifico a Baricetta con comitato, associazioni e scuola per incontrare le famiglie interessate che non si sono presentate. Dopo il risultato delle zero iscrizioni è stato il sindaco ad indicare al comitato la modalità adottata dai Comuni di Crespino e Guarda Veneta, come una possibile via da proporre alla scuola e alle famiglie, ragionando sulle scuole di Baricetta e del Leonardo da Vinci. Una strada che prevedeva la necessità di un referendum in cui le famiglie sarebbero state chiamate ad esprimersi”.

“In estate, sono seguiti più incontri organizzati dall’amministrazione con comitato, dirigente scolastico e componenti della scuola - svelano ancora dalle civiche - nel corso dei quali è stato chiesto al comitato cosa chiedesse per promuovere la scuola e la richiesta all’amministrazione è stata quella dei pulmini. Il comitato scelse di non chiedere in quell’occasione neppure di valutare quella soluzione. Quest’anno infine, l’amministrazione, oltre a mandare per tempo le lettere alle famiglie interessate le ha invitate in sala consiliare insieme al comitato e alla dirigente. Un incontro al quale nessuna famiglia si è presentata. “Va detto per inciso - affermano le tre liste civiche - che vietare il pulmino a chi ne ha diritto è una scelta irragionevole oltre che non percorribile”.

“L’amministrazione - concludono - non ha lasciato nessuna strada inevasa. Noi, come amministrazione, continueremo a provare a rilanciare la scuola anche per il prossimo anno scolastico, per quanto è di nostra competenza, e siamo e saremo sempre disponibili a collaborare con chi è trasparente, corretto e cerca una collaborazione reciproca per il bene comune della nostra comunità”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl